Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Femmine
× Livello Collezioni
× Paese Stati Uniti d'America
× Lingue Tedesco
× Target di lettura Sconosciuto
× Editore Il *viaggiatore <casa editrice>
× Lingue Spagnolo
Includi: tutti i seguenti filtri
× Target di lettura Adulti, generale
× Paese Germania

Trovati 3 documenti.

Risultati da altre ricerche: Catalogo della Rete Bibliotecaria Vicentina

Mostra parametri
L'anno nuovo
0 0 0
Libri Moderni

Zeh, Juli

L'anno nuovo / Juli Zeh ; traduzione di Madeira Giacci

Roma : Fazi, 2019

Le strade ; 396

Abstract: Henning ha una quarantina d'anni ed è sposato con Theresa, con la quale ha due figli. La famiglia sta trascorrendo le vacanze di Natale sull'isola di Lanzarote, dove il vento impetuoso spazza via tutti i pensieri e il sole accecante allontana lo stress quotidiano. Henning si ripete di essere un uomo fortunato: vive in un bell'appartamento di Gottinga, lavora per una casa editrice, ha una famiglia felice. Nonostante ciò, da alcuni mesi soffre di attacchi di panico. Non è sereno, non riesce a dormire, litiga in continuazione con la moglie, che lo esorta a comportarsi «come un uomo, un uomo che io possa amare». Il mattino del primo giorno dell'anno, durante un'escursione in bicicletta verso uno dei punti più alti dell'isola, quel malessere torna a fargli visita. A soccorrerlo è Lisa, un'artista tedesca che lo invita a casa sua offrendogli acqua e cibo. Dettaglio dopo dettaglio, la casa della donna gli appare sempre più familiare, una strana sensazione di déjà-vu comincia a farsi strada nella sua mente e, quando Lisa gli mostra un pozzo nel giardino, quella che sembrava una strana suggestione si trasforma in certezza: in quella casa c'è già stato, tanto tempo fa. E poco alla volta tornano a galla i ricordi di un'esperienza terrificante vissuta fra quelle mura, un'esperienza che lo ha segnato per sempre. Un tranquillo viaggio in famiglia a Lanzarote che si trasforma in un incubo: con una parabola vertiginosa, "L'anno nuovo" racconta la storia di un uomo in crisi d'identità e di due bambini che nel bel mezzo di una vacanza paradisiaca si ritrovano all'inferno.

Delitto al pepe rosa
0 0 0
Libri Moderni

Glaser, Brigitte

Delitto al pepe rosa : il primo caso della cuoca Katharina Schweitzer / Brigitte Glaser ; traduzione di Antonella Salzano

[Koln] : Emons, 2015

Emons: gialli tedeschi

Abstract: Curve, capelli rossi e temperamento. Sono gli ingredienti irresistibili di Katharina Schweitzer, la nuova pasticcera e chef de garde-manger appena entrata a far parte dello staff del ristorante stellato Il Bue d'Oro, che il famoso cuoco Hugo Spielmann ha aperto nel centro di Colonia. Ma l'allegra brigata di cucina, cova malumori e rivalità. Poco dopo l'arrivo di Katharina, un importante cliente muore in sala mentre sta cenando: un infarto causato da un veleno è solo il primo di una serie di omicidi. Tra cadaveri congelati e assassini a colpi di salami francesi, la cuoca Katharina indaga con l'aiuto della sua coinquilina, l'intraprendente ostetrica Adela, difendendosi anche dalle avances dell'affascinante chef del Bue d'Oro.

Roy Lichtenstein, 1923-1997
0 0 0
Libri Moderni

Hendrickson, Janis

Roy Lichtenstein, 1923-1997 / Janis Hendrickson

Koln [etc.] : Taschen, 2005

Abstract: Roy Lichtenstein (1923-97) è un artista la cui immagine risulta legata indissolubilmente al mondo dei fumetti. Forse anche per tale ragione è, tra gli espononeti della Pop Art, l’artista che più riesce a creare una cifra stilistica inconfondibile, restandovi fedele fino all’ultima produzione. Esponente della tipica famiglia medio-borghese americana, Lichtenstein conduce una vita tranquilla, senza le eccentricità o i protagonismi di artisti come ad esempio Andy Warhol. Il suo è un modo nuovo di contaminare l’Arte, con la «a» maiuscola, con stili presi dalla cultura “bassa”. In realtà, la grande tenuta formale dei quadri dipinti da Lichtenstein, rende le sue immagini mai banali. Sono fumetti, è vero, ma realizzati con la visione propria dell’artista. Nel corso degli anni la formula stilistica di Lichtenstein non cambia, ma inizia con l’arte del recente passato un confronto sempre più serrato e dagli esiti decisamente originali..