Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Femmine
Includi: tutti i seguenti filtri
× Editore Einaudi
× Nomi Barthes, Roland

Trovati 7 documenti.

Risultati da altre ricerche: Catalogo della Rete Bibliotecaria Vicentina

Mostra parametri
Sade, Fourier, Loyola
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barthes, Roland

Sade, Fourier, Loyola / Roland Barthes ; seguito da Lezione ; introduzione di Gianfranco Marrone

Torino : G. Einaudi, \2001!

Piccola biblioteca Einaudi. Nuova serie

L'ovvio e l'ottuso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barthes, Roland

L'ovvio e l'ottuso : saggi critici 3. / Roland Barthes

Torino : Einaudi, [2001]

Piccola biblioteca Einaudi. Nuova serie

Variazioni sulla scrittura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barthes, Roland

Variazioni sulla scrittura / Roland Barthes ; seguite da Il piacere del testo ; a cura di Carlo Ossola

Torino : Einaudi, [1999]

Biblioteca Einaudi

Zazie nel metro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Queneau, Raymond

Zazie nel metro / Raymond Queneau ; traduzione di Franco Fortini ; con un saggio di Roland Barthes e una testimonianza di Louis Malle ; appendice biobibliografica a cura di Giacomo Magrini

Torino : Einaudi, \1994!

Einaudi tascabili

Il brusio della lingua
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barthes, Roland

Il brusio della lingua : saggi critici 4. / Roland Barthes

Torino : Einaudi, \1988!

Gli struzzi

Barthes
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barthes, Roland

Barthes / di Roland Barthes ; traduzione di Gianni Celati

Torino : Einaudi, 1980

Gli struzzi

Abstract: sss

Frammenti di un discorso amoroso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barthes, Roland

Frammenti di un discorso amoroso / Roland Barthes ; traduzione di Renzo Guidieri

Torino : Einaudi, c1979

Gli struzzi

Abstract: Il libro di Barthes si dipana attraverso il richiamarsi di una geografia di luoghi topici dell'amore, di frasi ricorrenti: "Adorabile!, la dichiarazione, il disagio, la gelosia, l'incontro, l'attesa, la tenerezza, io-ti-amo, fare una scenata, elogio delle lacrime, idee di suicidio, nell'amorosa quiete delle tue braccia, m'inabisso, soccombo..." Barthes sceglie l'ordine alfabetico a forma di frammento, che tutto evoca e disperde.