Il libro dei mostri
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wilcock, J. Rodolfo

Il libro dei mostri

Abstract: Roberto Bolano racconta che il primo libro di Wilcock che gli capitò di leggere -«in giorni nei quali tutto faceva presagire solo tristezza» - gli «restituì l’allegria, come riescono a farlo solo i capolavori della letteratura che sono al tempo stesso capolavori dello humour nero». Da allora non smise mai di raccomandare, come si raccomanda un farmaco benefico, quello che definiva «uno dei più grandi e più strani (con tutto ciò che di rivoluzionario ha in sé questa parola) scrittori di questo secolo, che nessun buon lettore deve trascurare». lì libro dei mostri, l’ultimo di Wilcock, lo conferma: è uno dei suoi più felici e sfrenati viaggi nel fantastico, la ricognizione puntuale ed esilarante-raccapricciante di un «piccolo mondo mostruoso», dove non troveremo Sirene e Onocentauri, ma molti personaggi improbabili - e che pure ci sembra di incontrare ogni giorno, in quella quotidianità, riconoscibile come semplice maschera del caos, in cui vengono genialmente innestati il grottesco e l’assurdo, la diversità e la follia: il geometra Elio Torpo, per esempio, si è tramutato in un vulcano di fango, l’ufficiale postale Fremo Guiscardi in «un ammasso di peli, lana e bambagia, di forma genericamente sferica», il critico letterario Berlo Zenobi in una massa di vermi, il veterinario Lu-rio Tontino in un asteroide, e lo psicoanalista Ruzio Haub-Haub è in tutto simile a una vipera... Come Hrundi V. Bakshi (il protagonista di Hollywood Party), ha scritto Edoardo Camurri, «Wilcock si diverte a mandare a gambe all’aria tutto quanto»: sotto la caustica ferocia dei suoi attacchi crollano frasi fatte, luoghi comuni, banalità e ideologie. «Il Sostituto Procuratore della Repubblica dott. Branco Oligi è sempre più giovane: ha dovuto lasciare l’incarico per raggiunti limiti d’età, ma perché aveva raggiunto tanto era ringiovanito, i quindici anni, e troppo spesso si presentava in ufficio con calzoni corti, si rinchiudeva nei gabinetti per masturbarsi, faceva lo stupido con le attrici patrocinate dagli avvocati più costosi, non se ne stava mai fermo nemmeno in occasione dell’apertura dell’anno giudiziario, persino cominciava a cambiare voce verso l’alto si intende. Ora ne ha quattordici, di anni, e il suo avvenire come magistrato si presenta buio: non ha più un pelo su viso, mastica caramelle in continuazione si nasconde dietro le porte per fare “Bu! ” a pretori, tanto che gli uscieri hanno l’ordine di non lasciarlo più entrare».


Titolo e contributi: Il libro dei mostri / J. Rodolfo Wilcock

Pubblicazione: Milano : Adelphi, 2019

Descrizione fisica: 143 p. ; 22 cm

Serie: Fabula ; 344

EAN: 9788845933608

Data:2019

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Serie: Fabula ; 344

Nomi: (Autore)

Soggetti:

Classi: 853.914 Narrativa italiana. 1945-1999 (23) Racconti e romanzi brevi <genere fiction> (0)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2019
  • Target: adulti, generale
Testi (105)
  • Genere: fiction

Sono presenti 3 copie, di cui 3 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Vicenza - Riviera Berica RBERI N WIL SB-192062 In prestito 06/06/2019
Bassano del Grappa N WILC BA00-307910 In prestito
San Vito di Leguzzano N WIL 0170-16675 In prestito 20/05/2019
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.