Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Italia
× Risorse Catalogo

Trovati 34193 documenti.

Risultati da altre ricerche: Catalogo delle biblioteche della città di Vicenza

C'era una volta la DC. Intervento pubblico e costruzione del consenso nella Ciociaria andreottiana (1943-1979)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Baris, Tommaso

C'era una volta la DC. Intervento pubblico e costruzione del consenso nella Ciociaria andreottiana (1943-1979)

Laterza, 01/07/2014

Abstract: La Ciociaria è la provincia 'bianca' per antonomasia ed è sempre stata legata a doppio filo con la Dc più filo-vaticana.In queste pagine Tommaso Baris indaga il modo in cui la corrente andreottiana, "in uno dei territori di sua massima forza elettorale", ha costruito il suo consenso nella società locale, analizzando gli strumenti adottati dalla classe dirigente democristiana "per parlare ad un paese uscito distrutto dal secondo conflitto mondiale. Affrontando il problema del ritardo storico del Mezzogiorno, della modernizzazione industriale, della crescita del reddito anche per i settori popolari, in continuo e costante confronto/scontro con le proposte della sinistra, l'analisi delle vicende ciociare – dalla seconda guerra mondiale ai primi anni Ottanta – ci parla quindi della proposta politica con cui la Dc ha saputo conquistare la maggioranza della popolazione". E di come anche uno dei suoi massimi leader, Andreotti, al pari di molti colleghi di partito in altri contesti territoriali, seppe servirsi delle scelte politiche nazionali per costruirsi una solida egemonia locale, tanto forte da apparire emblema del rapporto tra la Dc e l'Italia intera.

Introduzione alla filosofia dell'educazione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cambi, Franco

Introduzione alla filosofia dell'educazione

Laterza, 30/06/2014

Abstract: La filosofia dell'educazione, che si occupa degli elementi formali e fondanti dei saperi pedagogici, riveste nella società contemporanea – con le sue complessità e conflittualità – una posizione essenziale, di centralità riflessiva e critica tanto per i singoli che per la collettività. Questo volume delinea limiti e finalità della filosofia dell'educazione, la sua evoluzione nella cultura contemporanea, la sua articolazione problematica.

Il sacco del pianeta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Collier, Paul - Cespa, Laura

Il sacco del pianeta

Laterza, 30/06/2014

Abstract: Gli ambientalisti hanno ragione quando sostengono che le responsabilità di ogni generazione nei confronti dei beni naturali sono diverse da quelle che riguardano altri beni. Ma gli economisti non hanno torto se dicono che la natura è un bene e, come tale, va utilizzato a vantaggio dell'umanità."Il sacco del pianeta si rivolge a chiunque non sia animato da un sacro disprezzo per la modernità, senza per questo essere insensibile ai temi etici: a chi, magari, è stufo di sentirsi ripetere le solite prediche sull'obbligo di garantire la sostenibilità, ma ammette che comportarsi con leggerezza nei riguardi della natura equivarrebbe a cullarsi nell'illusione che tutto possa continuare come prima.La natura è importante e noi la stiamo maltrattando. Questo vale soprattutto per gli abitanti dei paesi più poveri del mondo. Per loro, la situazione attuale costituisce al contempo un'opportunità e una minaccia di proporzioni gigantesche. L'argomento del mio libro non è come proteggere l'ambiente naturale per se stesso, ma come sfruttarlo per trasformare i paesi poveri senza infliggere sacrifici eccessivi al resto del mondo. A guidarmi nel decidere che cosa è giusto pretendere basta quella miscela di compassione e interesse personale che, credo, regola la vita della maggior parte della gente".

La lingua della nazione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dardano, Maurizio

La lingua della nazione

Laterza, 30/06/2014

Abstract: La lingua italiana ha dato modelli e vocaboli alle altre lingue e da esse ne ha ricevuti; è vissuta per secoli e vive tuttora accanto ai dialetti e infine, con l'Unità nazionale, è diventata la lingua di tutti.È nell'evolversi dell'italiano che Maurizio Dardano ricerca l'identità della nostra nazione e attraverso un confronto fra la cultura alta e quelle subalterne (tradizioni, mentalità, costumi, abitudini) interpreta linguisticamente tutto ciò che ci appartiene: la cultura, il progresso delle conoscenze, il variare delle idee e delle ideologie, i contatti con l'Europa, la crisi della politica, gli stili di vita che cambiano.

World history. Le nuove rotte della storia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Di Fiore, Laura - Meriggi, Marco

World history. Le nuove rotte della storia

Laterza, 30/06/2014

Abstract: Varcare i limiti dell'orizzonte nazionale e muoversi in una dimensione trans-regionale, privilegiare l'interazione attiva tra le diverse culture e liberarsi del pregiudizio eurocentrico: sono questi, in sintesi, i presupposti della sfida che la world history propone alla storiografia contemporanea.Non più un racconto lineare del mondo, al cui centro vi è l'Occidente, ma un universo ricco di varietà culturali in cui ogni periferia è protagonista. Dallo studio delle migrazioni e delle diaspore a quello degli incontri culturali e delle reti trans-nazionali economiche e sociali, questo saggio ricostruisce la genesi e l'evoluzione di una nuova prospettiva di analisi storica.

Oceania. Isole di creatività culturale. Ediz. illustrata
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Favole, Adriano

Oceania. Isole di creatività culturale. Ediz. illustrata

Laterza, 01/07/2014

Abstract: "L'Oceania non è né a occidente né a oriente: è a occidoriente. Partendo dall'Europa, si può volare o navigare verso l'Oceania andando verso est o verso ovest. L'Oceania è occidoriente non solo in un senso geografico o cartografico, ma anche perché è spesso rappresentata attraverso due potenti e contrapposti stereotipi. Da un lato, l'immagine 'orientalizzante' ed esotica di un luogo primitivo, abitato dagli aborigeni australiani con i loro miti millenari, dai papua della Nuova Guinea dediti al cannibalismo, dalle avvenenti donne polinesiane; dall'altro lato, l'immagine opposta di un mondo ritenuto ormai completamente occidentalizzato: un vasto insieme di isole che avrebbero irrimediabilmente smarrito la ricchezza culturale e ambientale originaria".Non è così per Adriano Favole che, nei lunghi periodi di ricerca in Oceania, ha frequentato le società native e ne testimonia il fervore culturale e artistico, legato non solo alle tradizioni ma soprattutto a un continuo confronto con gli 'altri'. Per questo, nel guidare il lettore alla loro conoscenza, si sofferma sull'aspetto della 'creatività culturale', un ambito del fare umano che ha in comune con l'Oceania il fatto di essere spesso considerato marginale."Esplorare e far convergere i due 'continenti invisibili', l'Oceania da un lato e la creatività delle culture umane dall'altro, è l'obiettivo di questo saggio che si muove tra etnografia ed epistemologia".

Il corporativismo fascista
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gagliardi, Alessio

Il corporativismo fascista

Laterza, 30/06/2014

Abstract: Il fascismo volle proporsi come 'terza via' alternativa al capitalismo e al socialismo, come esperimento rivoluzionario fondatore di uno 'Stato nuovo' e di un diverso sistema sociale. Della terza via fascista il corporativismo fu uno degli aspetti principali e maggiormente appariscenti. Oggetto di accesi dibattiti e della costante attenzione delle gerarchie del fascismo, l'attuazione delle corporazioni fu però tardiva e per nulla commisurata alle aspettative. Nonostante la notevole sproporzione tra le parole e i fatti, l'azione del sistema corporativo non fu però senza esito, perché accompagnò e favorì trasformazioni profonde nell'organizzazione delle classi e dei ceti e nel rapporto tra la società e lo Stato.

L'archivio antiebraico. Il linguaggio dell'antisemitismo moderno
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Levis Sullam, Simon

L'archivio antiebraico. Il linguaggio dell'antisemitismo moderno

Laterza, 30/06/2014

Abstract: L'antisemitismo non è un male oscuro, immutato nei secoli, periodicamente risorgente. Dalla nascita del cristianesimo fino al Novecento, quando si tramuta in 'licenza di genocidio', il discorso antiebraico ha seguito il passo della storia e si è articolato in un repertorio – un 'archivio' – di luoghi retorici e concettuali. Questo archivio è stato, e in parte è ancora, un fattore essenziale della cultura europea. Nella questione ebraica e in una delle sue più complesse espressioni oggi, Israele, l'Europa e il mondo vedono rispecchiati gli aspetti virtuosi e tragici della propria storia, la propria buona e cattiva coscienza, un simbolo, un perturbante, un 'altro' irriducibile. Nel secolo scorso questo nodo irrisolto di ostilità per il diverso ha generato uno sterminio; oggi la società multietnica sembra riattivare, con analoghi meccanismi e discorsi, forme simili di intolleranza verso l''altro'.

Il Quirinale. Storia politica e istituzionale da De Nicola a Napolitano
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mammarella, Giuseppe - Cacace, Paolo

Il Quirinale. Storia politica e istituzionale da De Nicola a Napolitano

Laterza, 30/06/2014

Abstract: Fino a che punto gli inquilini del Quirinale hanno influenzato la storia politica dell'Italia repubblicana e hanno contribuito a determinarne gli sviluppi?Giuseppe Mammarella e Paolo Cacace ricostruiscono l'intreccio fra le undici personalità che hanno ricoperto la massima carica dello Stato, le loro attività e le vicende politiche del paese. Attraverso documenti d'archivio spesso inediti, memoriali e testimonianze dei protagonisti, si ripercorrono tutte le tappe salienti delle varie presidenze: dalle 'prediche inutili' di Einaudi agli anni di Gronchi; dal 'mandato breve' di Segni e dai retroscena del 'piano Solo' alle clamorose dimissioni di Leone; dalle esternazioni irrituali di Pertini ai misteri di Cossiga; dalle aspre polemiche degli anni di Scalfaro fino al complesso settennato di Napolitano ancora in corso.

Psicologia sociale delle relazioni familiari
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Migliorini, Laura - Rania, Nadia

Psicologia sociale delle relazioni familiari

Laterza, 30/06/2014

Abstract: La famiglia si può considerare un organismo 'flessibile', adattabile, al centro di mutamenti individuali e psicologici, ma anche sociali e demografici. Le sue profonde trasformazioni identificano nuove modalità di relazione, caratterizzate non più esclusivamente da legami stabili e di sangue ma sempre più da nuove strategie del vivere insieme. Il volume inquadra l'identità della famiglia in prospettiva psico-sociale, analizza i fondamenti teorici per lo studio delle relazioni che la contraddistinguono ed esamina alcune tra le molteplici forme che essa assume.

Motivati si nasce o si diventa?
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Moè, Angelica

Motivati si nasce o si diventa?

Laterza, 30/06/2014

Abstract: Movimento, questo è il significato di 'motivazione'. È uno spostamento lento o veloce verso una direzione nota o sconosciuta. A volte è anche un fermarsi o un retrocedere perché "la motivazione va cercata, curata, capita, coltivata, incrementata, sviluppata, compresa ogni giorno". Angelica Moè illustra i principali modelli teorici, presenta le 'marce' e le 'armi' della motivazione, definisce le relazioni con gli aspetti emotivi, soprattutto le paure (di non riuscire, di non valere...) e le speranze (di farcela, di potere essere...). Infine, suggerisce esercizi per chiunque: demotivati, poco motivati, troppo motivati, alle prese con il faticoso compito di motivare gli altri.

Introduzione a Bourdieu
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Paolucci, Gabriella

Introduzione a Bourdieu

Laterza, 30/06/2014

Abstract: Filosofo per formazione e sociologo "per conversione", Pierre Bourdieu (1930-2002) ha affrontato una grande quantità di argomenti, dal colonialismo ai sistemi educativi, dai gusti estetici alla produzione culturale, dalle asimmetrie di genere fino alle strutture sociali dell'economia, con l'intento costante di portare alla luce i fondamenti delle forme simboliche di dominio.

Il confino fascista. L'arma silenziosa del regime
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Poesio, Camilla

Il confino fascista. L'arma silenziosa del regime

Laterza, 30/06/2014

Abstract: L'uso del confino segnò un passaggio importante nell'instaurazione della dittatura fascista e nella progressiva distruzione dello Stato di diritto: con il suo utilizzo vennero meno i diritti degli oppositori politici e fu degradata la loro dignità personale e quella dei loro familiari. Divenuto strumento centrale, sebbene non unico, della repressione politica, il confino risultò un provvedimento molto duro a causa delle difficili condizioni di vita cui furono sottoposti i confinati. Questi si trovavano quasi improvvisamente a essere soggetti senza garanzie poiché, secondo l'ottica fascista, si erano dimostrati cittadini non degni di quello Stato la cui sicurezza e il cui ordine erano stati da loro stessi messi in pericolo e minacciati. Per la sua procedura, più veloce e agile rispetto a quella di un processo penale ordinario, questa misura fu facilmente applicabile: per essere assegnati al confino era sufficiente un mero sospetto di pericolosità. Fondandosi sul giudizio e sull'arbitrarietà, pertanto, il confino poteva colpire tutti i potenziali oppositori, reali o presunti che fossero.

Il mondo dei documenti. Cosa sono, come valutarli e organizzarli
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ridi, Riccardo

Il mondo dei documenti. Cosa sono, come valutarli e organizzarli

Laterza, 30/06/2014

Abstract: È possibile organizzare le informazioni senza tentare di manipolare chi le utilizzerà? Ed è possibile decifrarle senza essere manipolati? Probabilmente no, perché ogni classificazione implica delle scelte, ma questo libro aiuta a ridurre al minimo entrambi i rischi, svelandoci i concetti, i valori, le istituzioni e le professioni che regolano il mondo dell'informazione e della documentazione.

La letteratura nel secolo delle innovazioni. Da Monti a D'Annunzio
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Santagata, Marco

La letteratura nel secolo delle innovazioni. Da Monti a D'Annunzio

Laterza, 30/06/2014

Abstract: Un percorso attraverso la vicenda letteraria, la temperie culturale, i libri più rappresentativi dell'Ottocento italiano. Tredici capitoli monografici, dedicati ciascuno a un autore e a un'opera particolarmente significativa, delineano i tratti della 'nuova' letteratura dopo la rivoluzione romantica, dal progressivo rifiuto delle costrizioni di genere e delle codificazioni formali alla proclamazione del ruolo centrale della soggettività.

Un mondo di mode. Il vestire globalizzato
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Segre Reinach, Simona

Un mondo di mode. Il vestire globalizzato

Laterza, 01/07/2014

Abstract: "Tutte le mode, in un certo senso, nascono come 'emancipazione da Parigi' ma ogni storia di questa emancipazione è diversa, peculiare e ricca di implicazioni che hanno a che fare con il passato, le storie sartoriali, gli scambi commerciali tra i paesi, le specialità manifatturiere, l'emergere di nuove 'capitali della moda'. Le grandi potenze come Cina, India e Brasile sono interessate sia allo sviluppo della creatività locale, sia all'interazione con la moda internazionale in modo sempre più originale. Le nuove ricerche di antropologia della moda vanno dunque fondamentalmente in due direzioni: la comprensione della diffusione globale dei marchi occidentali e lo studio delle diverse mode locali che si affermano in modo più o meno indipendente dall'Occidente". 

Introduzione alla storia delle religioni
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sfameni Gasparro, Giulia

Introduzione alla storia delle religioni

Laterza, 30/06/2014

Abstract: Una guida al vasto panorama delle tradizioni religiose, del passato e del presente, affinché, nell'avvicinarsi all'una o all'altra di esse, in base ai propri interessi, sia possibile muoversi con criterio nello studio delle loro rispettive storie e identità.Intento del volume non è quello di entrare nel merito delle singole religioni ma piuttosto proporre una riflessione sulle questioni di fondo che accomuna le diverse tradizioni. Le tematiche di fondo che vengono affrontate vanno dalla nozione di 'religione' a una breve storia degli studi sui fenomeni religiosi, da una riflessione sulle tre categorie fondanti del storico-religioso – il mito, il rito, il sacrificio – alla differenza fra religioni etniche e religioni fondate.L'autrice si sofferma in particolar modo sul mondo mediterraneo antico e tardo-antico, che per un verso è più familiare al lettore e quindi a lui più immediatamente accessibile, e per l'altro si configura come un importante terreno di manifestazione di esperienze decisive per la definizione dell'identità culturale, oltre che religiosa, dell'attuale scenario europeo e mondiale.

Sentinelle della patria. Il fascismo al confine orientale 1918-1941
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Vinci, Annamaria

Sentinelle della patria. Il fascismo al confine orientale 1918-1941

Laterza, 30/06/2014

Abstract: "Il fascismo dell'area orientale costruisce la sua specifica identità e le sue forme di autorappresentazione attraverso una definizione che si struttura ben presto nella formula del 'fascismo di confine', di grande pregnanza simbolica. Frontiera raggiunta con le armi e, nel contempo, limite per ulteriori avanzamenti e per altre conquiste, la metafora del confine diventa un vessillo che viene agitato con prepotente determinazione: per rassicurare la patria e per minacciare i suoi nemici (interni ed esterni, reali o inventati), per esibire un desiderio di potenza e di revanche a nome dell'intera nazione. Con quel vessillo, il fascismo locale intende proiettarsi sul palcoscenico della storia italiana come soggetto assolutamente speciale e indispensabile, in serrata concorrenza con gli altri fascismi della periferia nazionale": è il confine che va dal Friuli Venezia Giulia fino ai lembi della Dalmazia, uno dei 'laboratori' del progetto totalitario fascista, quello che Annamaria Vinci analizza in queste pagine.

Il pregiudizio. Che cosa è, come si riduce
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Voci, Alberto - Pagotto, Lisa

Il pregiudizio. Che cosa è, come si riduce

Laterza, 30/06/2014

Abstract: La società, a uno sguardo consapevole, non può che apparire come un fenomeno ricco e complesso, irriducibile a una semplice distinzione tra 'noi' e 'loro'. Eppure il pregiudizio, che si basa proprio su questa distinzione, è sempre più diffuso e diversificato, e gli individui continuano a essere giudicati in modo negativo semplicemente sulla base della loro appartenenza a un gruppo sociale.Dopo un'introduzione che delinea le caratteristiche del pregiudizio, le sue basi cognitive e motivazionali, le diverse forme che può assumere e le conseguenze per chi ne è vittima, il volume illustra le principali strategie per ridurre tale fenomeno, descrivendo i modelli teorici e i contributi di ricerca proposti nell'ambito della più recente psicologia sociale.

Nel segno dell'esilio. Riflessioni, letture e altri saggi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Said, Edward W. - Guareschi, Massimiliano - Rahola, Federico

Nel segno dell'esilio. Riflessioni, letture e altri saggi

Feltrinelli Editore, 12/06/2008

Abstract: A quattro anni dalla morte, il carisma di Edward Said non accenna a diminuire. Critico letterario, musicista, militante palestinese, Said sfugge a ogni tentativo di classificazione: un intellettuale la cui influenza è ben lontana dall'essere confinata al mondo accademico. Nel segno dell'esilio rispecchia questa sua versatilità. È una raccolta di quarantasei saggi, scelti da Said stesso e scritti tra il 1970 e il 2000, su una sorprendente varietà di argomenti: la diaspora palestinese, i ricordi di gioventù al Cairo e Alessandria (con un saggio straordinario dedicato a una famosa danzatrice del ventre), il confronto tra culture, ma anche il machismo di Hemingway e l'epica di Tarzan. E ancora: George Orwell, Giambattista Vico, Naguib Mahfouz, Joseph Conrad, Antonio Gramsci, E. M. Cioran, T. E. Lawrence, W. S. Naipaul, Eric Hobsbawm, in ritratti che confermano Said come uno dei più importanti ed eleganti critici letterari del nostro tempo. Su tutti, il saggio che dà anche il titolo al libro: una riflessione profonda e intensa sull'esilio, il luogo impossibile attorno a cui ruotano la biografia e l'intero percorso intellettuale di Said, esilio che è anche il filo rosso che attraversa tutta questa raccolta di scritti, nella cui ricchezza e magnificenza l'elemento biografico e quello generale, il personale e il politico sembrano ricomporsi.