Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Italia
× Paese Spagna
Includi: tutti i seguenti filtri
× Risorse eBook (MLOL)

Trovati 32239 documenti.

Risultati da altre ricerche: Catalogo delle biblioteche della città di Vicenza

Crescere con i figli
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ammaniti, Massimo

Crescere con i figli

Mondadori, 03/03/2015

Abstract: Il "mestiere" di madre e di padre è davvero qualcosa di istintivo? Davvero basta ragionare con i bambini per convincerli a dormire e mangiare, a non fare giochi pericolosi, a comportarsi bene in mezzo agli altri? E, ancora, è giusto lasciare agli adolescenti la libertà di scegliersi studi, svaghi e compagnie senza imporre loro consigli e prediche? Non è proprio così, risponde Massimo Ammaniti, noto psicoanalista e docente di psicopatologia. Se è innegabile che bambini e adolescenti non amano norme e divieti perentori, è altrettanto innegabile che hanno bisogno di punti fermi, di regole chiare e ragionevoli; e anche un po' di severità, sia pure senza gli eccessi del passato, serve a far loro distinguere che cosa è effettivamente importante per la loro vita e il loro futuro. Col mutare della società occorre ridefinire i rapporti anche all'interno della famiglia: è quanto Ammaniti ci propone in Crescere con i figli, esortandoci ad aprire gli occhi sulla realtà di oggi e il cuore al bisogno di amore dei nostri figli.

Tokyo noir
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Nakamura, Fuminori

Tokyo noir

Mondadori, 10/03/2015

Abstract: Nishimura è un ladro. Passa le giornate camminando solitario per le strade di Tokyo senza che nessuno si accorga della sua presenza. Con la grazia di un ballerino compie la sua danza tra i corpi dei passanti. Una danza durante la quale la sua mano leggera sfila dalle tasche delle prede portafogli e preziosi. Le sceglie con cura, le sue vittime. Ha imparato a distinguere con un'occhiata i più ricchi tra la folla, quelli che possono permettersi di essere derubati. Vive solo, senza famiglia, con poche parole, lasciandosi trasportare dalla corrente dei giorni, distante da tutto, come se attraversasse le atmosfere ovattate di un sogno. Ma due incontri stanno per cambiare la sua vita. Il primo è con un ragazzino che scopre a rubare maldestramente del cibo in un supermarket. Lo specchio di un tempo lontano della sua vita. Un incontro che gli farà riscoprire la possibilità di avere un legame, segnando la nascita di un'amicizia strana e profonda tra il miglior borseggiatore di Tokyo e un bambino troppo solo. Il secondo incontro è quello con Kizaki, uno dei più grandi criminali giapponesi, il quale lo coinvolgerà in una serie di rapine, che sveleranno a poco a poco un disegno crudele e geniale, assolutamente imprevisto e imprevedibile. Nakamura Fuminori, nuovo enfant prodige della letteratura giapponese, debutta in Italia con un noir appassionante e sorprendente, capace di tenere il lettore incollato alla pagina, bilanciando alla perfezione le atmosfere metropolitane e misteriose di Tokyo, una trama avvincente piena di colpi di scena e personaggi che parlano al cuore. Un libro che ha avuto un'accoglienza entusiastica tanto in patria, dove ha venduto centinaia di migliaia di copie e si è meritato importanti elogi, tra cui quelli del Premio Nobel Kenzaburo Oe (che ha conferito a Tokyo noir il premio letterario a lui dedicato), quanto negli Stati Uniti, dove è stato scelto tra i libri dell'anno dal "Los Angeles Times" e dal "Wall Street Journal".

Chiedimi di amarti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Day, Sylvia

Chiedimi di amarti

Mondadori, 10/03/2015

Abstract: Come agente della Corona, Marcus Ashford, conte di Westfield, ha combattuto numerosi duelli, gli hanno sparato ed è sopravvissuto al fuoco di un cannone. Ma niente lo ha mai eccitato di più della sua irresistibile fidanzata Elizabeth... Anni dopo, lei lo respinge per sposare il più giovane e affascinante lord Hawthorne, ma si ritrova presto vedova e al centro di un pericoloso intrigo. Entra, infatti, in possesso di un diario scritto in codice contenente il resoconto delle missioni segrete di Hawthorne che potrebbe essere collegato alla sua morte. E Marcus, che ha il compito di proteggerla, è deciso a non lasciarsi sfuggire quest'occasione per sedurla di nuovo. Ma come fidarsi dell'uomo dalla cui travolgente passione è già fuggita una volta? Forse, la cosa più sensata non sarebbe resistere alla tentazione, bensì arrendersi… Chiedimi di amarti è il primo libro della serie Georgiana.

L'ambasciata di Cambogia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Smith, Zadie

L'ambasciata di Cambogia

Mondadori, 10/03/2015

Abstract: L'Ambasciata di Cambogia è circondata da un alto muro di mattoni rossi e in alto, sopra le tegole del tetto, si vede sfrecciare costantemente un volano. Giocano a badminton là dentro, nota Fatou, che proprio di fronte al cancello dell'ambasciata prende l'autobus ogni lunedì mattina per andare in piscina. I suoi datori di lavoro possiedono un sacco di ingressi omaggio al centro benessere, ma sembrano essersene scordati e certo non immaginano che sia lei a usarli. Da quando è arrivata dalla Costa d'Avorio, Fatou vive con la sua nuova famiglia, si occupa delle spese e delle pulizie, sta dietro ai tre figli scontrosi e spesso maleducati. Non dà troppo peso al passaporto che le è stato requisito o allo stipendio mai versato. In fondo, ha una certa libertà: può andare al bar con Andrew la domenica, ha le sue sedute di nuoto, e le partite a badminton dell'Ambasciata di Cambogia. Chissà cosa succede là dentro? si chiede ogni lunedì mattina. E intanto pensa ai genocidi, alle fughe clandestine come la sua, alle disuguaglianze e alla solitudine degli immigrati, all'arco dolce del volano, pallonetto e schiacciata… Strutturata come una partita a badminton ai 21 punti, questa novella è pura Zadie Smith al suo meglio.

Ascesa e caduta dei grandi poteri
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Rachman, Tom

Ascesa e caduta dei grandi poteri

Mondadori, 10/03/2015

Abstract: In una polverosa libreria in un paesino remoto del Galles, Tooly Zylberberg sta cercando di leggere una biografia mentre Fogg, il suo giovane assistente, non la smette di blaterare. La sua vita è fatta di questo, passeggiate romantiche nella brughiera, libri, il piccolo pub dove nessuno sa niente di lei. Una sera però il computer si illumina: una richiesta d'amicizia su Facebook. Tooly legge quel nome, lo riconosce, una vertigine le fa chiudere subito lo schermo. Poi riapre la pagina di Facebook, trova il messaggio: "Possiamo parlare di tuo padre?". Già, ma la domanda di Tooly è: "Quale padre?". Il passato torna come un'onda gigantesca e strappa Tooly dal suo tranquillo approdo. Cosa nasconde? Qual è la storia della sua vita? Se c'è una storia, tra le mille lette, che proprio non ha senso quella è la sua. Tooly cresce in Asia, poi in Europa, poi negli Stati Uniti. E chi bada a lei mentre viene sballottata da un continente all'altro? Suo padre, all'inizio, sconclusionato genio dell'informatica che l'adora ma non sa bene come star dietro a una bambina nel caos di Bangkok. Poi arriva Humphrey, il bisbetico scacchista russo. La riporta a New York facendole conoscere sua madre, Sarah, affascinante e tempestosa attrice. E infine c'è Venn, il suo secondo padre, colui che la terrà in pugno con il suo grande carisma, per poi, all'improvviso, scomparire. Tooly aveva da tempo rinunciato a inseguire le troppe domande senza risposta, i troppi fili che non formano una trama, e ora si ritrova quello stupido messaggio. Venn sta per morire e vuole vederla. Ma chi è davvero Venn? Che fine ha fatto il suo padre biologico? E sua madre? Più ambizioso di una storia di famiglia, più avventuroso di un viaggio intorno al mondo, un romanzo che tiene insieme bevitori di vodka russi e bambini americani che cenano con gli occhi incollati ai videogame. Con questo romanzo Tom Rachman è entrato a pieno diritto nel prestigioso pantheon della letteratura angloamericana.

Il mistero dell'inquisitore Eymerich
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Evangelisti, Valerio

Il mistero dell'inquisitore Eymerich

Mondadori, 03/03/2015

Abstract: 1354: Nicolas Eymerich, il sinistro inquisitore, è in Sardegna con re Pietro IV d'Aragona per soffocare la rivolta di Mariano, giudice d'Arborea. Mariano però ha un alleato potente e misterioso: lo chiamano Sardus Pater, una divinità sconosciuta e terribile... 1942, New York: lo psicologo austriaco Wilhelm Reich si è rifugiato in America per sfuggire ai nazisti e ha fatto una scoperta rivoluzionaria. Tanto da costringere le autorità a rinchiuderlo in prigione, dove una serie di inspiegabili allucinazioni sembra metterlo in collegamento proprio con Eymerich. Pubblicato per la prima volta nel 1996 nella storica collana "Urania", un romanzo che segna una delle tappe fondamentali nella saga dell'inquisitore Eymerich, protagonista di libri ormai diventati di culto, a metà tra fantascienza e il noir

Intrigo alle Baleari e altre storie
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Christie, Agatha

Intrigo alle Baleari e altre storie

Mondadori, 03/03/2015

Abstract: Parker Pyne è in vacanza a Maiorca, nello stesso albergo in cui alloggiano Adela Chester e suo figlio Basil. Informata del talento di Pyne per risolvere i problemi, la donna gli chiede di aiutarla a "salvare" il ragazzo da un matrimonio a suo parere funesto... Mentre è in visita a un amico il signor Satterthwaite viene a sapere dell'omicidio di Sir James Dwighton, coinvolto poco tempo prima in un triangolo amoroso. La moglie e il suo amante sono i primi sospettati. Ma chi è davvero l'assassino? Come può un omicida introdursi in una stanza con porte e finestre chiuse dall'interno, uccidere un eccentrico nobiluomo e simulare un suicidio? Solo Poirot sarà in grado di scoprirlo. Ogni investigatore ha un proprio metodo. Così l'affascinante Parker Pyne fa ricorso alla conoscenza intuitiva della natura umana, Satterthwaite cerca ispirazione collaborando con l'enigmatico signor Quin, mentre l'incommensurabile Poirot fa affidamento sulle capacità logiche delle proprie "celluline grigie"... Tre mitici detective, protagonisti di questi otto racconti, imperdibili per tutti gli appassionati del giallo d'autore.

Ritratto di famiglia con bambina grassa
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Giacobino, Margherita

Ritratto di famiglia con bambina grassa

Mondadori, 10/03/2015

Abstract: C'è Maria, la madre amatissima, astro nel cielo dell'infanzia, e il padre Gilin, l'uomo di vento; c'è Michin, la caustica e brillante prozia zitella, mai conosciuta ma vicina come una gemella d'anima; e poi Polonia, la zia ostetrica dolce e gaudente... Ma soprattutto c'è magna Ninin, la zia con cui Margherita è cresciuta, brusca e brontolona, sempre presente e insostituibile, "l'origine e l'archetipo. Ninin l'instancabile, Mulier Fabricans". Sì, perché Margherita Giacobino, classe 1952, è cresciuta in una famiglia di donne, e sente più che mai vive le proprie radici silenziose e forti. Il sangue che le scorre nelle vene è denso di storia e di storie che solo la scrittura può salvare: "Si dice che offrire cibo ai morti serva a placarli, perché non tornino a disturbare i vivi. Ma a me piacerebbe che tornassero, non sarebbe affatto un disturbo; e scrivendo ho cercato di persuaderli a venirmi a trovare". Nel ripercorrere le ramificazioni della propria famiglia, attraversa oltre un secolo di storia italiana: dalle campagne del Canavese alla fine dell'Ottocento alla Germania in cui il padre viene fatto prigioniero durante la Seconda guerra, dal boom economico fino a oggi. Dall'arcaica e implacabile gerarchia degli avi, con le storie raccontate nella stalla mentre i bambini aiutano a cardare la lana, alla felice convivenza delle magne, che negli anni Venti scelgono il lavoro in fabbrica liberandosi dall'oppressione della famiglia d'origine. Dalla incredibile vicenda di una bimba che da sola attraversa l'oceano fino al negozio di alimentari di cui la madre dell'autrice è signora incontrastata e si conquista giorno dopo giorno l'indipendenza e la libertà. Giacobino attinge al pozzo prezioso del dialetto, suggello dell'appartenenza a un mondo, lingua madre: la sola capace di evocare e tenere vivo in noi "un tempo prima del ricordo", di far emergere "minuscoli frammenti fossili nella materia opaca del passato". E con questi frammenti di memoria costruisce un grande romanzo sull'identità e sull'amore. Seguendo le tracce della propria infanzia con l'attenzione e la cura di un archeologo, interroga i suoi familiari, li racconta, ridà loro vita con afflato lirico e acume antropologico, con una scrittura magistrale, con nostalgia e ironia. Con infinito affetto. Perché solo tramite chi ci ha preceduto possiamo arrivare a conoscerci davvero.

Giorni in Birmania
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Orwell, George - Caracciolo Giovanna - Maffi Mario

Giorni in Birmania

Mondadori, 03/03/2015

Abstract: Pubblicato negli Stati Uniti nel 1934 (e solo l'anno successivo in Gran Bretagna, per problemi di censura), Giorni in Birmania è il primo romanzo scritto da George Orwell e nasce dalla sua esperienza diretta come membro della polizia coloniale nll'Indocina degli anni Venti. Protagonista è il trentacinquenne John Flory, mercante angloindiano di legname che, insofferente ai codici di comportamento dei sahib bianchi e attratto dalla cultura orientale, si muove a cavallo tra due mondi senza riuscire a trovare una propria collocazione e, privo della forza morale necessaria per ribellarsi alla comunità bianca, rimane frustrato dagli inevitabili compromessi. Al tema politico si affianca quello sentimentale: l'amore infelice di Flory per una donna con cui spera invano di porre fine alla propria solitudine. Ma la vera anima del libro è la profonda indignazione umana di Orwell, che nel periodo trascorso in Birmania maturò una coscienza ben precisa dell'ingiustizia su cui si fondavano i rapporti sociali nelle colonie, atteggiamento che già preannuncia la satira sferzante dei futuri capolavori come La fattoria degli animali e 1984.

I numeri dell'universo. Le costanti di natura e la teoria del tutto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barrow, John D. - Cannillo Tullio

I numeri dell'universo. Le costanti di natura e la teoria del tutto

Mondadori, 03/03/2015

Abstract: I più recenti risultati della ricerca scientifica hanno portato all'identificazione di quei numeri misteriosi che stanno alla radice di tutti i fenomeni del mondo e ne determinano il ripetersi sempre uguale. Sono i numeri dell'universo: quei valori che definiscono l'intensità della forza di gravità e del magnetismo, la velocità della luce o la massa delle più piccole particelle di materia. Nel libro John D. Barrow conduce in un'emozionante esplorazione dei loro enigmi: perché hanno certi valori e non altri? Sono davvero "costanti", oppure, come nuove ricerche dimostrerebbero, evolvono nel tempo? Le costanti di natura sono allo stesso tempo l'espressione della nostra più vasta conoscenza e della nostra più profonda ignoranza del cosmo.

Il circolo Swedenborg
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sgorlon, Carlo

Il circolo Swedenborg

Mondadori, 03/03/2015

Abstract: Chi è realmente Ermete Lunati Eudòxios, il protagonista di quest'ultimo romanzo di Carlo Sgorlon? Un uomo che insegue idee bizzarre e che crede di essere in rapporto con forze remote dell'universo? Qualcuno che non si trova a casa nel mondo di oggi e per questo pensa di modificarlo con la forza del suo pensiero? Un benefattore idealista che sa intervenire al momento opportuno nella vita degli altri? Come spesso avviene nei romanzi di Sgorlon, il personaggio attorno a cui ruota l'intera storia possiede una natura anomala e inafferrabile, manifesta un atteggiamento di protesta e di ribellione nei confronti del mondo e dei suoi luoghi comuni. Quella di Ermete è però una ribellione dolce e assolutamente pacifica, una ribellione che si manifesta attraverso idee e teorie filosofiche. Dopo una breve pratica come ufficiale su un grande transatlantico che va a fuoco (e che lui salva con intuito e abilità), e grazie a una immensa fortuna economica ereditata dal padre, Ermete fonda insieme alla donna amata, la rumena Octavia, una singolare comunità di pensatori che si ritrovano a vivere, come monaci medievali, in una abbazia del Norditalia. Qui, in nome di uno spiritualismo sincero, nasce il Circolo Swedenborg, che prende nome dal grande scienziato e mistico svedese del Settecento. Attirati dalla teosofia e dalle scienze occulte, lettori di Mircea Eliade e di Gioacchino da Fiore, gli adepti del circolo desiderano aprire uno spiraglio sui segreti del mondo, in contrasto con il materialismo che intacca la vita di oggi. Si trovano così a fronteggiare inimicizie e contrasti per poter difendere le idee che vengono rese pubbliche attraverso la rivista "Arcana Mundi", redatta e composta soprattutto dalle donne che gravitano intorno al protagonista e ne appoggiano il progetto con le loro virtù intellettuali e paranormali, Octavia, Sabina ed Elisa. Ermete porta nel suo nome il ricordo del dio greco che unisce il mondo degli uomini con quello degli dei, il visibile con l'invisibile, il dio dei passaggi, e incarna quello spirito mercuriale che, secondo Jung, caratterizza la mobilità del pensiero e la leggerezza con cui vincere la vischiosità del mondo reale. Grazie a questa leggerezza e all'intuito che gli permette di risolvere i momenti di crisi, suoi e degli amici, Ermete riesce a condurre fino in fondo un progetto intellettuale ispirato a un'ipotesi semplice e radicale, che mette in crisi la razionalità dell'Occidente. In un romanzo che si può leggere come un testamento ideologico, e come un'allegoria dei dissidi del pensiero, Ermete è l'ultima invenzione di Carlo Sgorlon, uno scrittore che non si trovava a casa sua nel nostro tempo e scriveva anche per modificarlo.

È pronto!
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Parodi, Benedetta

È pronto!

BUR, 15/01/2015

Abstract: Casa, famiglia, lavoro, imprevisti… e poi quante ore ci rimangono per cucinare piatti degni di questo nome? Benedetta Parodi ha inventato per voi le perfette ricette salvatempo: originali, gustose, pronte in meno di un'ora e - perché no - anche di grande effetto! Dal risotto al pesto, fagiolini e gamberi ai fiori di zucca alla bottarga, dalla fonduta di grana con uovo poché alle tasche di lonza ripiene di feta, oltre 250 ricette dall'antipasto al dolce per portare in tavola piatti buoni e pieni di fantasia. Un colorato ricettario interamente illustrato con le fotografie scattate da Benedetta in persona, completo di ricchissimi indici degli ingredienti, delle portate e dei tempi di preparazione grazie ai quali ci vorrà un attimo per trovare la ricetta che fa al caso nostro. E non resterà altro da dire se non: "È pronto!".

Mistica Maëva e la Torre delle Stelle
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Walter, Laura

Mistica Maëva e la Torre delle Stelle

BUR, 29/01/2015

Abstract: Un nuovo caso per Mistica da Venezia a Padova per un'emozionante caccia al tesoro sulle tracce dell'occhio dell'anima, un cannocchiale dal potere unico. UN ROMANZO D'AVVENTURA CHE È ANCHE UN'INSOLITA GUIDA ALLA SCOPERTA DI UNA CITTÀ.

Le confessioni di Xavier X. Seconda confessione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Altieri, Sergio - Altieri, Sergio

Le confessioni di Xavier X. Seconda confessione

Feltrinelli Editore, 28/02/2015

Abstract: "Arduo, difficile, intollerabile è ritrovarsi a fare i conti con una menomazione catastrofica come la cecità. Per Xavier, grande, celebrato narratore, uomo abituato a osservare e scrutare, immaginare e fantasticare, questi conti non si limitano a essere sempre, inevitabilmente in perdita ma diventano tortura allo stato puro.Certo, Xavier ha dalla sua parte l′amabile, sensibile assistente Daniela. Ma ritrovarsi forzosamente accuditi e forzatamente intrappolati, perfino nella descrizione di una semplice fotografia -- esatto: un′altra fotografia di provenienza ignota -- è quanto di più vicino all′inferno in terra si possa immaginare.Unica áncora non tanto di di salvezza quanto di mera sopravvivenza? Il cinismo. Un cinismo addirittura più immarcescibile, più inossidabile della tragedia stessa dell′oscurità senza fine.Ed è proprio questo cinismo, con l′aggiunta di naturale desiderio di sfuggire al tedio sempre in agguato nel buio, a spingere il nostro enigmatico eroe oscuro, oscuro in tutti i sensi, a coinvolgere Angelica, bella, affascinante moglie di un collega autore, in un raffinato gioco delle parti in bilico tra attrazione ed esitazione, tra seduzione e manipolazione. Il pretesto, a sua volta inevitabile quando c′è di mezzo un grande autore, è un convegno sulla traduzione letteraria. Tutto questo, in una sorta di Nemesi oscura alla rovescia, finisce con rappresentare per Xavier l′opportunità di avere una ulteriore conferma del proprio carisma. E della propria sensualità. Da qui alla seduzione, il passo è talmente breve da risultare quasi inevitabile. L′esito? Tutt′altro che scontato. E magnificamente inaspettato.La nuova excapade della spiazzante serie erotica interamente vista dalla parte di lui." (Alan D. Altieri)Numero di caratteri: 21.441

Le più piccole del '68
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Costa, Elena

Le più piccole del '68

Io Scrittore, 20/11/2014

Abstract: È una sera di giugno del 1968, una sera come tante in una piccola fabbrica di pantaloni di un paesino vicino Roma. Le giovani operaie si stanno preparando a concludere la giornata lavorativa, quando un annuncio del direttore le ferma. "Da domani non venite più. La fabbrica chiude." Un attimo di sconcerto, poi la decisione, improvvisa e risoluta: si occupa la fabbrica, per difendere il diritto al lavoro e a un'esistenza più dignitosa. È l'inizio di una grande avventura per le giovanissime operaie, che nei giorni e nelle notti dell'occupazione avranno modo di sperimentare la propria forza e il proprio coraggio, di riflettere sulla propria vita, di capire quello che conta davvero... Si intrecciano così in queste pagine le storie di Nerina, di Stella, di Fiorenza, delle loro compagne di lotta, dei loro amori e delle loro famiglie in un romanzo corale che, partendo da un episodio storico realmente accaduto e che ha preceduto l'autunno caldo del Sessantotto, racconta una suggestiva vicenda di lotta e riscatto, di eroismo e amore che parla ai nostri cuori e alle nostre coscienze.

La casa di tutte le guerre
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Tassinari, Simonetta

La casa di tutte le guerre

Corbaccio, 15/01/2015

Abstract: UNA STORIA INTENSA, UN ROMANZO SUL PASSAGGIO DA INFANZIA A ETÀ ADULTA, UNO SGUARDO INTENERITO E PROFONDO SUGLI AFFETTI FAMIGLIARI E SU COME POSSONO CAMBIARE NEL TEMPO. Quando le estati erano lunghe e le vacanze duravano tre mesi, Silvia le trascorreva a Rocca, in Romagna, insieme alla nonna inglese, che benché avesse sposato un notabile del luogo e vivesse da mezzo secolo nella villa più bella e più antica del borgo, era ancora "la signora" per tutti gli abitanti, altera e un po' temuta fuorché dalla nipote che amava teneramente ricambiata. Giornate belle e tutte uguali, scandite dai giochi con i ragazzini del paese, le chiacchiere con la nonna e la governante, l'attesa dei genitori nel weekend, le letture nell'immensa soffitta piena di segreti... Ma l'estate del '67 è destinata a rimanere per sempre impressa nella memoria: Silvia, quasi undicenne, fa amicizia con Lisa, la figlia del balordo del paese, selvatica e ribelle e insieme faranno un scoperta sconvolgente che cambierà per sempre la loro vita e il loro sguardo sul mondo di adulti che le circonda...

Il cuore oltre l'ostacolo. Mindfulness per trovare il coraggio di vivere e affermarsi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gómez Contreras, Álvaro - Fossati, Giulia

Il cuore oltre l'ostacolo. Mindfulness per trovare il coraggio di vivere e affermarsi

Corbaccio, 15/01/2015

Abstract: SULL'ONDA DEL SUCCESSO DELLA MINDFULNESS, UN LIBRO POSITIVO E STIMOLANTE PER SUPERARE I MOMENTI DI CRISI.Dinnanzi alle situazioni nuove e potenzialmente pericolose il nostro cervello ci invia dei segnali di allarme e ci mette nelle condizioni di riconoscere il rischio, ma al tempo stesso ci impedisce di lanciarci in altre esperienze, di buttarci in ambiti sconosciuti, di abbandonare vecchie abitudini che ci fanno sentire protetti. La paura è infatti un ingrediente costante della nostra vita e abbiamo assuefatto il cervello a tenerla sempre in considerazione: abbiamo paura del futuro, di noi stessi, di non essere amati, di venire giudicati, di fare scelte sbagliate, di rimanere soli. E fino a quando daremo ascolto alla paura solo per non affrontare situazioni nuove, vivremo una vita apparentemente tranquilla e al riparo da qualsiasi rischio. Ma noi dobbiamo imparare a cogliere anche i segnali di frustrazione originati dalla paura stessa, perché ci aiutano a diventare più intraprendenti, a non lasciarci bloccare dall'opinione altrui e dalle convenzioni sociali: solo così riusciremo a credere in noi stessi e a vivere la nostra libertà, finalmente responsabili delle nostre azioni, consapevoli che ogni giorno la vita ci offre delle opportunità che spetta a noi saper cogliere, senza limiti e condizionamenti. Álvaro Gómez Contreras in questo libro ci aiuta ad affrontare le nostre paure più segrete, quelle che, più di altre, pregiudicano la nostra capacità di agire spontaneamente e ci impediscono di essere felici e ci spiega qual è il percorso da seguire per non accontentarci di ciò che abbiamo ma per raggiungere gli obiettivi verso cui puntavamo: lasciar parlare il cuore, dargli ascolto e, con serenità e consapevolezza, spingerlo oltre l'ostacolo. Sarà come spalancare una finestra per far entrare aria nuova.

Alpi di guerra, Alpi di pace. Luoghi, volti e storie della grande guerra sulle Alpi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ardito, Stefano

Alpi di guerra, Alpi di pace. Luoghi, volti e storie della grande guerra sulle Alpi

Corbaccio, 15/01/2015

Abstract: NEL CENTENARIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE UN LIBRO SUI LUOGHI, I VOLTI E LE STORIE DI GUERRA SULLE ALPI.Un secolo fa la Grande Guerra ha insanguinato l'Europa. Nelle terribili battaglie combattute sui fronti della Somme, della Galizia, dell'Isonzo e del Carso hanno perso la vita milioni di ufficiali e soldati. Altri milioni di uomini sono stati mutilati o feriti. Sul fronte alpino, dal Passo dello Stelvio alle Alpi Giulie, sono state combattute battaglie ad alta quota, tra pareti di roccia e ghiacciai, hanno emozionato generazioni di Europei. Sulle Dolomiti, sull'Adamello, sul Pasubio, sullo Jôf di Montasio e su decine di altri massicci, i militari italiani e austro-ungarici hanno costruito sentieri di arroccamento e vie attrezzate, caserme e fortezze, teleferiche e caverne artificiali. Cannoni e mitragliatrici sono stati issati fin sulle vette più alte. Oggi, mentre le trincee del Fronte occidentale e del Carso sono state riassorbite in un paesaggio di pace, le Alpi centrali e orientali sono diventate un grande museo all'aria aperta, percorso ogni anno da decine di migliaia di turisti, escursionisti e alpinisti. Ma esplorare trincee, bunker, musei e gallerie non basta. Per capire la tempesta che ha sconvolto tra il 1915 e il 1918 le Alpi occorre conoscere gli eventi, i loro protagonisti e le loro passioni, il mondo che li circondava. In questo libro Stefano Ardito racconta con intensità e partecipazione diciassette episodi del conflitto, e permette agli appassionati di montagna e di storia di emozionarsi e di capire. Perché comprendere il passato serve a costruire un'Europa di pace.

La pimpinella
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Delacourt, Gregoire - Fedriga, Riccardo

La pimpinella

Salani Editore, 29/01/2015

Abstract: Dall'autore da 1 milione di copie in Francia di Le cose che non ho, un'eccezionale metafora sull'amore nel solco dei successi di Luis Sepúlveda.***Ogni fiore esprime un sentimento speciale, ogni fiore comunica più della propria bellezza: la pimpinella significa SEI IL MIO UNICO AMORE. Louis ha quindici anni e ama Victoire con il totale abbandono dell'adolescenza: incurante di tutto se non dei momenti in cui è insieme a lei, non vuole niente che possa distrarlo dalla sua passione. Victoire ha tredici anni e considera Louis un amico. Nel corso di un'unica, indimenticabile estate, i due ragazzi vivono l'esperienza travolgente dell'amore, dell'abbandono, della disperazione; pochi mesi che segnano la loro vita più di qualunque altro evento. Il primo amore che non si dimentica mai.

Il settimo bambino
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Valeur, Erik - Kampmann, Eva

Il settimo bambino

Neri Pozza, 02/03/2015

Abstract: All'alba dell'11 settembre 2001, in una spiaggia a nord di Copenaghen, viene rinvenuto il cadavere di una sconosciuta. Poche ore dopo, mentre il mondo osserva attonito il crollo delle Torri Gemelle di New York, la polizia danese chiude il caso come "morte accidentale".Eppure, sul luogo del ritrovamento vengono raccolti quattro oggetti che rimandano palesemente a un macabro rituale: un libricino di fantascienza, un ramo di tiglio, un piccolo cappio e un raro canarino con il collo spezzato. A poche centinaia di metri dalla spiaggia si erge, inoltre, il celebre brefotrofio di Kongslund diretto da Martha Ladegaard, cui nessuno ha pensato di rivolgere la benché minima domanda.Queste e altre considerazioni si affollano nella testa di Knud Tåsing, giornalista screditato da uno scandalo e sull'orlo del licenziamento, allorché, sette anni dopo, apre la lettera anonima che gli è stata recapitata e ne esamina il contenuto: un articolo del 1961 che parla del brefotrofioe una foto che ritrae sette bambini. Alcuni di loro sono volti noti della società: un astronomo, un noto presentatore televisivo, un avvocato e persino l'assistente di un ministro. Uno solo, invece, tale John Bjergstrand, non compare da nessuna parte. Come se non fosse mai esistito.Chi è quel bambino? E perché qualcuno sta cercando di attirare l'attenzione su di lui dopo così tanto tempo? Possibile che le mura di quel benemerito istituto abbiano ospitato una mente perversa capace di far scomparire un bambino senza lasciare traccia? Tra rivelazioni inaspettate,morti violente e velate minacce da parte delle più alte cariche del governo, Knud è sempre più convinto che la chiave per risolvere quell'enigma stia nella soluzione del mistero della donna rinvenuta sulla spiaggia. Un mistero, tuttavia, davvero complicato.Con una trama ricca di suspense e una scrittura impeccabile, Il settimo bambino – venduto in dodici paesi, vincitore del Glass Key per il miglior giallo scandinavo – è un thriller psicologico "drammatico e accattivante" (Berlingske Tidende). Erik Valeur affronta i fantasmi propridell'infanzia e, lasciandosi ispirare dalle atmosfere delle fiabe di Hans Christian Andersen, si addentra a fondo nella vita di coloro che nascono indesiderati, e sono costretti a vivere sotto il feroce marchio dell'abbandono."Raramente capita di leggere un romanzo che metta insieme in maniera così perfetta un mosaico di storie".Nordjyske Stiftstidende"Divertente e appassionante. Ben scritto e con un linguaggio originaleche si sposa alla perfezione con l'atmosfera noir della storia".Information