Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Italia
× Paese Regno Unito
× Soggetto Bambini
× Risorse Catalogo

Trovati 32517 documenti.

Risultati da altre ricerche: Catalogo delle biblioteche della città di Vicenza

Bernardo Bertolucci
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Socci, Stefano

Bernardo Bertolucci

Il Castoro Editrice, 16/05/2013

Abstract: Bernardo Bertolucci è nato a Parma nel 1941. Da "ragazzo terribile" degli anni Sessanta racconta la sua generazione, divisa tra le emozioni interiori e l'impegno politico. Riesce a conciliare l'affresco storico e i kolossal con opere più riflessive, senza mai perdere di vista il sogno e l'utopia. Tra i suoi film: Prima della rivoluzione (1964), Ultimo tango a Parigi (1972), Novecento (1976), L'ultimo imperatore (1987), e The Dreamers (2003).

Sergej M. Ejsenstejn. Ediz. illustrata
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Grasso, Aldo

Sergej M. Ejsenstejn. Ediz. illustrata

Il Castoro Editrice, 16/05/2013

Abstract: Sergej M. Ejzenštejn è unanimemente considerato uno dei maggiori registi della storia del cinema. "Sua Maestà Ejzenštejn" come lo chiama Šklovskij, era figlio di un architetto ebreo-tedesco, e di una madre russa. Allo scoppio della rivoluzione nel 1917, il padre si schiera con i bianchi, lui combatte per l'Armata Rossa. Entra nel teatro di avanguardia, persuaso che alla trasformazione della società debba corrispondere la trasformazione del linguaggio e della cultura. Tra i suoi capolavori: Sciopero (1924-25), La corazzata Potëmkin (1925), Ottobre (1927), Aleksandr Nevskij (1938), Ivan il Terribile (1944).

Le stelle brillano su Roma
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Castiglioni Giudici, Elisa - Urbinati, Ilaria

Le stelle brillano su Roma

Il Castoro Editrice, 03/06/2014

Abstract: 115 d.C. – La Roma dell'imperatore Traiano è una società multiculturale e dai mille volti. Iris, 12 anni, è vivace e determinata. Divide le sue giornate tra il forno di sua madre e la scuola. Ma la sua vita serena sta per crollare: i figli dell'ex-padrone della mamma ricompaiono dal passato e pretendono di riavere la loro schiava, figlie incluse. Che fare? Quando gli adulti si arrendono, Iris capisce che sta a lei trovare il modo di proteggere la sua famiglia. E con la complicità del suo amico Aureliano, escogita un piano: tra fughe notturne, astute trappole e coraggiose spedizioni per le campagne romane, comincia così un'avventura indimenticabile in difesa della libertà e della giustizia.

Krzysztof Kieslowski
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Murri, Serafino

Krzysztof Kieslowski

Il Castoro Editrice, 29/07/2014

Abstract: Tra gli ultimi e più grandi autori del cinema europeo, formatosi sul finire degli anni Sessanta alla prestigiosa scuola di cinematografia di Lodz, dopo una lunga carriera come documentarista in Polonia, venne scoperto dalla critica internazionale al Festival di Cannes nel 1998, dove presentò il film shock Krotki film o zabijaniu, che diverrà il quinto episodio della sua opera più grande, l'affresco in dieci film Decalogo. Da allora lavorerà in Francia, dando vita a opere complesse come la trilogia Tre colori. Film blu, Film bianco e Film rosso. Il suo cinema unisce la riflessione filosofica sull'intreccio tra caso e necessità nella vita a un acuminato sguardo sulle contraddizioni politiche e sociali del nostro tempo. Tra i suoi film: Il cineamatore (1979), Il caso (1981), Decalogo (1989), La doppia vita di Veronica (1991), Tre colori: Film blu, Film rosso, Film bianco (1992-94).

Peter Weir
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Morsiani, Alberto

Peter Weir

Il Castoro Editrice, 16/05/2013

Abstract: Peter Weir (Sydney 1944) è da quattro decenni l'autore di punta del cinema australiano. Partendo da una condizione di lontananza anche geografica, ha compiuto con i suoi film un'appassionante mappatura ed esplorazione del mondo, colto tra globalizzazione e diversità. Ha indagato l'opposizione irriducibile tra natura e civiltà, la relazione spesso conflittuale tra individuo e comunità, le nicchie di marginalità della società contemporanea, la spettacolarizzazione dei media.Tra i suoi film:Picnic ad Hanging Rock (1975), Witness - Il testimone (1985), L'attimo fuggente (1989), The Truman Show (1998), Master & Commander - Sfida ai confini del mare (2003), The Way Back (2010).

Un'amica da mordere. Sorelle vampiro
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gehm, Franziska - Bruno, Iacopo - Valtieri, Alessandra

Un'amica da mordere. Sorelle vampiro

Il Castoro Editrice, 24/02/2014

Abstract: Silvania e Daka sono due sorelle gemelle eppure diverse come il giorno e la notte. Soprattutto, sono unite da un grande segreto: sono mezze vampiro, essendo nate da un papà vampiro e da una mamma umana. E fin qui tutto bene, o quasi... se si vive in Transilvania. Ma un giorno questa famiglia "originale" decide di trasferirsi in una grande città, tra gli umani. Adattarsi a un mondo in cui si va a scuola di giorno e si dorme la notte, per due ragazze mezze vampiro non è davvero facile. Daka e Silvania hanno dei poteri speciali, sanno volare, sparire, dormire a testa in giù, ma i sogni, le avventure e i guai sono quelli dei loro 12 anni. Dovranno farsi coraggio e affrontare una vita tutta nuova, con regole diverse, divieti da rispettare ed evitare la curiosità dei vicini. Riusciranno a proteggere il loro segreto, senza destare sospetti, e a farsi dei nuovi amici senza cacciarsi nei guai?Franziska Gehm sa descrivere i tipici problemi dell'adolescenza in maniera realistica, senza attenuarne le difficoltà e le ombre, ma attraverso una scrittura brillante e un racconto calato in situazioni comuni di vita quotidiana, li traduce in una storia piena di humor, coinvolgente e di puro divertimento.

Carlo Verdone. Ediz. illustrata
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

D'Olivo, Antonio

Carlo Verdone. Ediz. illustrata

Il Castoro Editrice, 26/05/2014

Abstract: Un ampio ed esaustivo viaggio che attraversa il percorso professionale e i processi creativi di Carlo Verdone, uno dei cineasti più amati e prolifici del cinema italiano. Attore, regista, sceneggiatore, comico, da quasi trent'anni racconta in modo spietato, ma sempre con il sorriso sulle labbra, gli Italiani, i loro difetti, le loro manie. La comicità caricaturale dei primi film (Un sacco bello, 1980; Bianco, rosso e Verdone, 1981; Borotalco, 1982) lascia spazio, con il passare del tempo, a situazioni più articolate e malinconiche. Goffaggine e inadeguatezza si mescolano a nevrosi e ipocondria, dando vita a personaggi vulnerabili e alle prese con difficili rapporti affettivi (Manuale d'amore, 2005; Il mio migliore nemico, 2006). Un grande punto di forza e merito di Verdone è saper coinvolgere il pubblico in storie di vita ordinaria, descrivendo, con amarezza e ironia, il disagio dell'individuo di fronte agli eccessi, al cinismo e alla pressione della modernità, la perdita di comunicazione tra gli individui, le nevrosi nascoste – ma poi nemmeno così tanto - nel quotidiano. Antonio D'Olivo, seguendo il percorso del cinema di Verdone, ne evidenzia la capacità di cogliere via via, in maniera precisa e puntuale, i mutamenti avvenuti nel nostro paese negli anni, nei costumi e nella società. Restituendo attraverso immagini, storie, situazioni, "tic esistenziali" di personaggi ormai cult, dialoghi ed espressioni entrate ormai nel linguaggio comune, delle vere e proprie "radiografie", degli spaccati sociologici del nostro paese nel corso del tempo. Completano il testo 111 fotogrammi b/n tratti dai film del regista.

Luchino Visconti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bencivenni, Alessandro

Luchino Visconti

Il Castoro Editrice, 16/05/2013

Abstract: Luchino Visconti (Milano, 1906 - Roma, 1976).Comunista, aristocratico, decadente e realista. Tra i suoi film: Senso (1954), Rocco e i suoi fratelli (1960), Il Gattopardo (1963), La caduta degli dei (1969), Morte a Venezia (1971), Ludwig (1973), L'innocente (1976).

Pier Paolo Pasolini
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Murri, Serafino

Pier Paolo Pasolini

Il Castoro Editrice, 31/07/2014

Abstract: Bologna, 1922 – Ostia, Roma, 1975. Regista, poeta, polemista, critico. Ha fatto della propria "diversità" culturale, morale, sessuale la poetica del suo cinema. Tra i suoi film: Accattone (1961), Il Vangelo secondo Matteo (1964), Uccellacci e uccellini (1965), Il Decameron (1970), Salò o le centoventi giornate di Sodoma (1975).

Stanley Kubrick. Ediz. illustrata
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ghezzi, Enrico

Stanley Kubrick. Ediz. illustrata

Il Castoro Editrice, 16/05/2013

Abstract: Stanley Kubrick (New York, 1928 - St. Alban's, Londra, 1999) per molti è il più grande regista mai esistito. Ogni suo film è considerato un capolavoro: Lolita (1962), 2001: Odissea nello spazio (1968), Arancia meccanica (1971), Barry Lyndon (1975), Shining (1980), Full Metal Jacket (1987), Eyes Wide Shut (1999).

Ingmar Bergman
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Trasatti, Sergio

Ingmar Bergman

Il Castoro Editrice, 16/05/2013

Abstract: Ingmar Bergman (Uppsala, 1918 - Fårö, 2007). Tra i massimi autori del cinema mondiale, dedito a una continua interrogazione sulla condizione umana, regista-filosofo ma anche grande narratore e poeta per immagini, è stato punto di riferimento per generazioni di spettatori e di cineasti. Tra i suoi film: Il settimo sigillo (1956), Il posto delle fragole (1957), Il silenzio (1962), Persona (1965), Sussurri e grida (1972), Scene da un matrimonio (1972), Fanny e Alexander (1982).

Ermanno Olmi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Morandini, Morando

Ermanno Olmi

Il Castoro Editrice, 16/05/2013

Abstract: Ermanno Olmi nasce a Treviglio, in provincia di Bergamo, il 24 luglio 1931. Il suo cinema racconta la tradizione popolare attraverso l'esaltazione degli umili, della vita semplice, del lavoro quotidiano e della religiosità. Attento alla Storia e alla Società, ha alternato documentari a film di finzione, lavorando per il grande e per il piccolo schermo. Tra i suoi film:Il posto (1961),L'albero degli zoccoli (1978),La leggenda del santo bevitore (1988),Il mestiere delle armi (2001),Centochiodi (2007),Terra madre (2009).

Potrei farci pipì. E altre poesie scritte da gatti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Marciuliano, Francesco - Carioli, Janna

Potrei farci pipì. E altre poesie scritte da gatti

Il Castoro Editrice, 23/12/2014

Abstract: Perché i gatti passano sempre tra le nostre gambe rischiandoci di farci cadere? Perché si divertono a lasciare il segno delle loro unghie proprio sul nostro divano nuovo? In questa esilarante raccolta di poesie, finalmente potrete capire tutto questo e molto altro ancora!Nei versi di "Lecco il tuo naso", "Porta chiusa", "Questa è la mia sedia", "Scratch", "Riso e pollo il lunedì", sarete guidati dritti nel loro mondo, e – di rima in rima ‐ vi sarà svelato il loro lato più intimo e "umano".Ognuna di queste poesie rivela il talento, il nevrotico genio che ogni felino possiede. Perché il più delle volte "Miao" non è sufficiente a esprimere per intero il raffinatissimo e sofisticatissimo pensiero di un gatto!Queste poesie svelano la vera natura dei gatti, la ragione per cui si siedono sulla vostra faccia la mattina all'alba, rovesciano il bicchiere d'acqua che avete dimenticato, sentono che la loro vita è distrutta se cambiate la marca della scatoletta di cibo. Tutti sappiamo che i gatti sono intelligenti, filosofi e maestri di vita. Ma lo sapevate che sono anche poeti?

Via Katalin
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Szabò, Magda - Ventavoli Bruno

Via Katalin

Einaudi, 03/03/2015

Abstract: Dalle tre case di via Katalin dove vivono Irén, Blanka, Henriett e Bálint si intravede il Danubio. I quattro bambini crescono insieme nella Budapest degli anni Trenta del secolo scorso, e insieme affrontano, ormai giovani adulti, il clima di insicurezza provocato dalla guerra e dalle persecuzioni antisemitiche. Presi come sono a districare quell'ingarbugliata matassa che è l'esistenza, nessuno di loro riesce a presagire con quanta violenza e tragica arbitarietà il destino svierà il corso delle loro vite. Con un arco temporale che si estende dal 1934 alla fine degli anni Sessanta, Via Katalin (che in Ungheria venne pubblicato nel 1969) è forse l'opera piú corale di Magda Szabó: un romanzo di grande suggestione, che coinvolge il lettore nella dolente nostalgia del ricordo e dei sogni non realizzati.

L'attentissima
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

De Sio, Teresa

L'attentissima

Einaudi, 24/02/2015

Abstract: Karmen è la quintessenza della femminilità. Desiderata, scostumata, adescatrice muta, lascia che il suo corpo dirompente, modellato sin nei minimi dettagli, parli al posto suo. Ci ha messo determinazione, forza di volontà ma anche una buona dose di dolore fisico e psicologico per raggiungere quella perfezione che adesso la fa sentire padrona della sua vita, mentre incede con i suoi tacchi vertiginosi sui sanpietrini delle strade di Roma. L'approdo agognato del suo personalissimo viaggio verso la libertà. Ormai è una violoncellista affermata, si è lasciata alle spalle la vita gretta della sua adolescenza. Le basta uno sguardo, un modo di accavallare le gambe per avere tutti gli uomini che desidera. Da qualche tempo, però, una strana sequenza di omicidi la fa piombare in un'angoscia che l'aggredisce persino lì dove lei si sente più sicura: la pienezza sfolgorante della nuova vita che si è ritagliata addosso. Le vittime hanno tutta l'aria di fantasmi affiorati dal fondo oscuro del suo passato. Domenico Picariello è un adolescente che ha pensieri e passioni inconcepibili per chi, come lui, è costretto a vivere tra i palazzoni di un quartiere anonimo alle porte di Napoli dove la vita è fatta di poco: un supermercato, quattro panchine, un gruppetto di amici disastrati che s'infervorano solo per il calcio, i cantanti neomelodici, le fantasie modeste suscitate da qualche tiro di canna. Curioso, solitario, amante della musica e appassionato lettore di romanzi, Domenico sente di avere dentro il ritmo diverso, imprevedibile, jazzato, di chi è tutto sbagliato: ha desideri sbagliati e un amore sbagliato. Anche lui cerca la sua strada La conquista della propria identità attraverso una lotta dolorosa e ostinata unisce la storia di Karmen e quella di Domenico in un'unica, vorticosa vicenda. Un romanzo di formazione e trasformazione dove i corpi e le anime sono indagati sin nei più intimi dettagli.

Vita
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mazzucco, Melania G.

Vita

Einaudi, 03/03/2015

Abstract: Nel 1903 Vita e Diamante, nove anni lei, dodici lui, sbarcano a New York. Dalla miseria delle campagne del Mezzogiorno vengono catapultati in una metropoli moderna, caotica e ostile. Vita è ribelle, possessiva e indomabile, Diamante taciturno, orgoglioso e temerario. Li aspettano sopraffazione, violenza e tradimento. Ma anche occasioni di riscatto, la scoperta dell'amicizia e, soprattutto, l'amore. Che si rivelerà piú forte della distanza, della guerra, degli anni. Questo fortunato romanzo, epico e favoloso, commovente e amaro, continua a incantare i lettori di tutto il mondo. Dando voce a un coro di personaggi perduti nella memoria, Melania Mazzucco tesse i fili di una narrazione che è insieme familiare e universale. La storia di tutti quelli che hanno sognato - e sognano - una vita migliore. *** "Un romanzo pieno di compassione, ricco di personaggi indimenticabili. Da leggere fino all'ultima pagina". "Die Welt" *** "Una storia piena di storie, scritta con la grazia robusta di un dono misericordioso e spietato". "La Stampa"

Metroland
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barnes, Julian - Fargione Daniela

Metroland

Einaudi, 03/03/2015

Abstract: Al professore che lo interroga, Christopher Lloyd ama rispondere "J'habite Metroland", adoperando il nome di una fermata della storica Metropolitan Line di Londra, "meglio di Eastwick, piú esotico di Middlesex", per indicare la sonnacchiosa periferia urbana in cui vive. "Uno abitava in quella zona perché da lí era facile andarsene", osserva Chris, che ad andarsene, insieme all'inseparabile amico Toni Barbarowski, come lui sedicenne, come lui francofilo e arrabbiato, come lui appassionato di arte e ragazze, si prepara con metodo. Nel frattempo i due aspiranti flâneurs, fedeli ai dettami dei loro numi tutelari Baudelaire, Gautier e Nerval, cercano modi casalinghi per épater la bourgeoisie: condurre arditi esperimenti sensoriali alla National Gallery, occhieggiare le donne attraverso un binocolo, elaborare pretenziose teorie esistenziali, farsi gioco di chiunque capiti a tiro, "gli scemi, i capiclasse, gli insegnanti, i genitori, mio fratello e mia sorella, la Terza divisione nord, Molière, Dio, la borghesia e l'uomo della strada", e attendere che cominci la Vita Vera. Chris se la va a cercare, qualche anno piú tardi, a Parigi, con un inutile progetto accademico postlaurea ma, risucchiato nel vortice di Lawrence Durrell e i caffè sui boulevards, il cinema di Bresson e le lenzuola del suo primo amore Annick, quando la Vita Vera gli corre incontro non la riconosce. È la primavera del 1968, ma les événements della rivoluzione studentesca che scuote la città alle fondamenta gli passano accanto inavvertiti, per la riprovazione dell'esule Toni, sempre piú sradicato, sempre piú arrabbiato e sprezzante dei ricconi compiaciuti che uccidono la poesia. Ma che succede quando si cresce un altro po' e la vita vera, quella senza maiuscole fatta di doveri coniugali, mutui e pannolini, comincia sul serio? È allora che muoiono le teorie? E le amicizie? Un romanzo di formazione e insieme una meditazione lieve e delicata sul valore dei legami nella felicissima opera prima, datata 1980 e vincitrice del Somerset Maugham Award 1981, dell'autore di Il senso di una fine. *** "Se tutte le opere narrative fossero altrettanto acute e profonde, altrettanto articolate e divertenti di Metroland, la si pianterebbe di parlare di morte del romanzo". "New Statesman"

Procedura
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mannuzzu, Salvatore

Procedura

Einaudi, 03/03/2015

Abstract: Sardegna 1978: mentre l'Italia intera è angosciata dalle notizie del sequestro Moro, a Sassari il giudice Valerio Garau, che sta bevendo un caffè insieme con la collega e amante Lauretta, cade riverso al suolo e muore fulminato da un grano di cianuro di potassio. Omicidio, suicidio o tragico errore? L'amante, l'ex moglie, qualcuno dei colleghi, il marito dell'amante, tutti avrebbero avuto buoni motivi per liberarsi di lui. E poi chi era davvero Valerio Garau? Un cinico, un seduttore, un bugiardo, un ragazzo malcresciuto, un ingenuo? Il giudice chiamato dal continente a far luce sull'impossibile caso si muove fra palazzi polverosi e villette in abbandono, fotografie ingiallite e reperti archeologici, furti di lettere e serrature violate, portando avanti un'istruttoria che risulta ogni giorno piú enigmatica, dentro un ambiente giudiziario carico di gelosie, vigliaccherie, omertà. E, come ha scritto Natalia Ginzburg, alla fine il giudice lascerà l'isola "dove si è piegato a individuare il segreto d'un volto scomparso, avendo mescolato al destino di quel volto la propria infelicità". Da questo libro, che ha vinto il premio Viareggio nel 1989, è stato tratto il film Un delitto impossibile (2000), per la regia di Antonello Grimaldi, con Carlo Cecchi e Angela Molina. *** "Un romanzo ammirevole nella sua sobria e struggente musicalità. Pagine da antologia ci danno insperatamente l'antica gioia della lettura disinteressata, lenta, che credevamo di avere dimenticato". Geno Pampaloni "Là dove Sciascia s'interessa alla Giustizia, Mannuzzu s'appassiona ai giudici in carne ed ossa, all'umana misura di chi giudica". Massimo Onofri

Il caso della donna che smise di mangiare
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Crepet, Paolo

Il caso della donna che smise di mangiare

Einaudi, 03/03/2015

Abstract: Il caso di una donna che rifiuta il cibo, il proprio corpo e ciò che il corpo nasconde: la paura di non essere all'altezza dell'amore di cui ciascuno di noi ha bisogno, per esistere. La vita di Fausta è contenuta in una fila di quaderni neri. Lei l'ha annotata per anni e l'ha riscritta per il suo analista. Ha provato a correggerla, proprio come medici, insegnanti e ciarlatani hanno sempre fatto con il suo corpo anoressico, alla ricerca di ciò che era sbagliato, della "patologia". Ma a essere patologico è l'ambiente in cui questa donna è cresciuta. Tra un padre succube e una madre apatica, all'ombra di una nonna dispotica della quale porta il nome come fosse un marchio, Fausta ha scelto di annullare il suo corpo, e solo nella scrittura trova una salvezza. Un caso di anoressia che diventa un romanzo familiare, in cui Fausta racconta la lotta per essere sé stessa, per riscattarsi dall'istinto di autodistruzione impresso nel sangue come una condanna. Il suo diario è la storia di tutti noi, sedotti dalla sofferenza e spaventati dalla libertà di essere quel che siamo, dall'imperfezione dei sentimenti, dalla nostra fame d'amore.

Excelsior. Il gran ballo dell'Expo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barbacetto, Gianni - Maroni, Marco

Excelsior. Il gran ballo dell'Expo

Chiarelettere, 24/02/2015

Abstract: LA VERA STORIA, I RETROSCENA, LE INCHIESTE GIUDIZIARIE, I SOLDI, GLI ARRESTI, I LITIGI, GLI STIPENDI DEI MANAGER, LA MAFIA, LA SPECULAZIONE, LE MAZZETTE, LE BUGIE... TUTTO QUELLO CHE NON SAPETE SU EXPO 2015 Benvenuti alla grande abbuffata dell'Expo, l'evento che dovrebbe cambiare faccia a Milano e innescare la ripresa italiana. Un'avventura che inizia nel 2008, poi tre anni persi a litigare su chi comanda e altri tre anni in cui si cerca di recuperare il tempo perduto e di disinnescare le inchieste che rivelano clamorosi casi di corruzione.Ecco la vera storia, quella più visibile e quella segreta, dell'esposizione universale che si tiene a Milano dal primo maggio al 31 ottobre 2015. Il banchetto milionario che ha fatto felici centinaia di imprenditori e politici ma anche dirigenti corrotti, faccendieri, mafiosi.Che cos'è un'Expo? Come nasce Expo 2015? Chi sono gli uomini che la sponsorizzano? Perché Milano? Perché il sito espositivo è stato realizzato sulle aree al confine nordovest della città? Quanto costa? Chi ci guadagna? E ancora, che cosa diventerà la grande area dell'Expo quando la manifestazione sarà finita? I soldi pubblici spesi per acquistarla saranno recuperati? La città avrà un lascito per il futuro o l'Expo si trasformerà nell'ennesimo quartiere abbandonato, nell'ennesima colata di cemento?Nel libro trovate le risposte, i numeri e tutte le operazioni immobiliari realizzate, la malagestione del sindaco Moratti, le pezze di Pisapia, i conti in rosso di Formigoni. Un racconto documentatissimo e appassionato. Una storia italiana.