Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Italia
× Paese Regno Unito
Includi: tutti i seguenti filtri
× Genere Poesia e opere in versi

Trovati 14 documenti.

Risultati da altre ricerche: Catalogo delle biblioteche della città di Vicenza

Gitanjali
0 0 0
Libri Moderni

Tagore, Rabindranath

Gitanjali : (offerta di canti) / di Rabindranath Tagore ; [introduzione di W. B. Yeats ; traduzione di Arundel Del Re]

Lanciano : Carabba, 1914

Scrittori italiani e stranieri

Gli incanti
0 0 0
Libri Moderni

Valery, Paul

Gli incanti / di Paul Valéry ; tradotti da Beniamino Dal Fabbro

Milano : Bompiani, 1942

Corona

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Olimpio da Vetrego
0 0 0
Libri Moderni

Tonietto, Stefano

Olimpio da Vetrego : poema comicavalleresco / Stefano Tonietto

2. ed

Verona : Inchiostro, 2015

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Un menestrello poco amato dalla Musa stipula un patto "scellerato" con un forzuto e rude agricoltore della profonda campagna veneta: questi, Olimpio, trasformatosi in prode cavaliere, attraversando un'improbabile Italia cinque-secentesca e percorrendo i più svariati generi letterari, compirà mirabolanti imprese che dovranno costituire la trama di un'opera da dedicare a qualche gran signore in cambio di moneta sonante. Nel solco della migliore tradizione letteraria, ma con una stupefacente carica innovativa, Olimpio da Vetrego può fregiarsi senza timore del titolo di "poema", collocandosi tra il picaresco e il classico, tra il satirico alla Parini e il pastiche alla Gadda, tra il gotico e il boccaccesco, con echi di Rabelais, Ruzante, Folengo e Pulci, e suscitando in più di un passaggio un accostamento, per nulla blasfemo, alla Commedia, al Decameron o al Don Chisciotte. Interamente concepito in ottave di endecasillabi, per complessivi sessantaquattro canti e 37.064 versi, Olimpio da Vetrego costituisce un'esplicita sfida all'egemonia del romanzo in prosa. Livello di catalogazione: MIN

Opere di Battista Guarini
0 0 0
Libri Moderni

Guarini, Battista <1538-1612>

Opere di Battista Guarini / a cura di Luigi Fassò

Torino : Unione tipografico-editrice torinese, 1950

Classici italiani ; 46

Maestra dimmi posso?
0 0 0
Libri Moderni

Ghirardello, Annamaria <1967- >

Maestra dimmi posso? / Annamaria Ghirardello

Villanova di Guidonia (RM) : Aletti, ©2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: "La poesia di Annamaria Ghirardello, sfruttando un linguaggio particolare, un ritmo e una metrica particolari e una musicalità particolare delle parole, riesce a trasmettere emozioni che un normale discorso, anche molto complesso, farebbe fatica a creare e a trasmettere. La poesia 'dice e non dice': fa immaginare, ma ogni lettore interpreta il messaggio in modo diverso, aggiungendo o togliendo qualcosa, il che permette alla poesia, per esempio, di essere interpretata da qualcuno come un messaggio d'amore a una persona amata ma, nello stesso tempo, di essere interpretata da altri solo come un pudico grido di sofferenza per un amore non corrisposto. Certo, la poesia ha un limite, perché la poesia è un po' come la musica. L'autore di un brano musicale compone il suo brano vivendo un particolare stato d'animo e cercando di trasmettere agli ascoltatori tutto ciò che egli sente in quel momento, ma non è detto che l'ascoltatore capisca tutto quello che l'autore voleva dire, perché l'ascoltatore, a seconda della propria sensibilità, della propria intelligenza, del proprio vissuto umano, della propria esperienza e della propria emotività, capirà in percentuale diversa (da persona a persona) quello che il compositore voleva dire. L'autrice stupisce con il muoversi nelle sue parole, nel ricordarci la bellezza dei territori veneti che lei conosce e che ama moltissimo.' (dalla Prefazione di Enrico Hüllweck)

Olimpio da Vetrego
0 0 0

Tonietto, Stefano

Olimpio da Vetrego : poema comicavalleresco / Stefano Tonietto ; disegno di copertina di Andrea Carlo Pedrazzini ; illustrazioni di Alberto Piancastelli

Edizione rinnovata e illustrata

Verona : Delmiglio, 2019

Spiriti libri

Abstract: Un menestrello poco amato dalla Musa stipula un patto "scellerato" con un forzuto e rude agricoltore della profonda campagna veneta: questi, Olimpio, trasformatosi in prode cavaliere, attraversando un'improbabile Italia cinque-secentesca e percorrendo i più svariati generi letterari, compirà mirabolanti imprese che dovranno costituire la trama di un'opera da dedicare a qualche gran signore in cambio di moneta sonante. Nel solco della migliore tradizione letteraria, ma con una stupefacente carica innovativa, Olimpio da Vetrego può fregiarsi senza timore del titolo di "poema", collocandosi tra il picaresco e il classico, tra il satirico alla Parini e il pastiche alla Gadda, tra il gotico e il boccaccesco, con echi di Rabelais, Ruzante, Folengo e Pulci, e suscitando in più di un passaggio un accostamento, per nulla blasfemo, alla Commedia, al Decameron o al Don Chisciotte. Interamente concepito in ottave di endecasillabi, per complessivi sessantaquattro canti e 37.064 versi, Olimpio da Vetrego costituisce un'esplicita sfida all'egemonia del romanzo in prosa.

Canti
0 0 0
Libri Moderni

Leopardi, Giacomo <1798-1837>

Canti / Giacomo Leopardi ; introduzione e note di Franco Brioschi

Milano : Fabbri, 1995

I grandi classici della letteratura italiana

Collana di perle e fili d'argento
0 0 0
Libri Moderni

Nastasi, Luigi

Collana di perle e fili d'argento : poesie / Luigi Nastasi

[Buccino (Sa)] : Booksprint, 2019

Abstract: È una storia, la storia di un uomo e della sua vita: un'autobiografia, si direbbe, ma scritta nella maniera più intima eppure più immediata. È un romanzo scritto in poesia e l'autore è il protagonista. Nato ai bordi del mare in tempo di guerra e vissuto tra la spiaggia dei suoi sentimenti ed il libro perfetto delle sue ambizioni, le cui pieghe, tuttavia, custodiscono ancora i caldi granelli della sua fanciullezza. Come appunti stilati di getto sul taccuino segreto della sua reminiscenza, i versi dipingono momenti, sensazioni ed emozioni che ogni giorno pienamente ha vissuto e raccontano di Lui e del suo amore: l'amore per la vita, l'amore per il suo mondo e l'amore per Liliana, che è stata il suo mondo ed è stata la sua vita. Seppur scritti con cifre di un codice anonimo, per magia, ogni appunto dispensa un profumo, ogni frase risplende di un proprio colore e ogni sillaba allappa col dolce sapore del miele. E il racconto, ben presto, ci parla dell'anima e d'incanto risuona col nostro sentire.

Atene (venindo zo dal Licabéto)
0 0 0
Libri Moderni

Longega, Andrea

Atene (venindo zo dal Licabéto) / Andrea Longega ; introduzione di Francesco Targhetta

Monticello Conte Otto : Ronzani, stampa 2019

Qui e altrove

Abstract: "C'è, ad aprire e chiudere la silloge, un movimento discendente: è tornando giù dalla collina del Licabetto che Atene si manifesta in tutta la sua bianca e caotica vastità, la quale poi, a un'immersione più ravvicinata, mostra il grigio dell'inquinamento e gli spacchi del tempo, la povertà e le esistenze ai margini. Longega, poeta delle cose che se ne vanno, non avverte la discesa come 'catabasi' (se non quella sciistica in 'Fragmenta', X...) ma come vitale disvelamento di una parte di sé, tanto che il suo occhio riesce a scovare quella bellezza minore che altrove è sparita mentre qui sa resistere. È, riproposta in modo più aereo e randagio, la lezione che questo poeta dialettale tra i più alti oggi in Italia ci aveva già dato in una poesia di 'El tempo de i basi': «quelo che xe belo / xe anca semplice»." (dall'introduzione di Francesco Targhetta)

Lettere al dottor G
0 0 0
Libri Moderni

Merini, Alda

Lettere al dottor G / Alda Merini ; prefazione di Enzo Gabrici

Milano : Frassinelli, [2008]

I libri di Arnoldo Mosca Mondadori

Abstract: Questo libro nasce dal ritrovamento, dopo più di trent'anni, di una serie di fogli scritti da Alda Merini nel lungo periodo di internamento in ospedale psichiatrico, quasi un decennio a cavallo fra gli anni Sessanta e Settanta. Si tratta di lettere, poesie, pagine di diario indirizzate in gran parte al dottor G, ovvero Enzo Cabrici, il neuropsichiatra che l'aveva presa in cura e che firma la prefazione al volume. L'esperienza del manicomio è stata centrale non solo nell'esistenza, ma anche per l'opera di Alda Merini la quale, dopo essere stata restituita alla sua famiglia e al suo mondo, ha avviato una riflessione sulla vita all'interno dell'istituto che ha prodotto liriche e prose di grande intensità. Le pagine contenute in questo testo - scritte di getto, su suggerimento degli stessi medici - illuminano invece il percorso di Alda Merini nell'intervallo in cui il processo creativo si era interrotto a causa della malattia: la sofferenza angosciosa, gli incubi prodotti dalle pesanti terapie, la nostalgia delle figlie, la gratitudine per i segni d'amore ricevuti da qualche compagno di sventura e soprattutto, la fiducia nell'uomo "dolce e romantico", vestito dal camice bianco, che le ha restituito il dono salvifico della poesia.

Un singhiozzo dura un secondo
0 0 0
Libri Moderni

Hutchins, Hazel - Macdonald Denton, Kady

Un singhiozzo dura un secondo / Hazel Hutchins e Kady MacDonald Denton

Milano : Il Castoro, 2011

Anch'io so leggere!

"Terze rime" e sonetti
0 0 0
Libri Moderni

Franco, Veronica

"Terze rime" e sonetti / Veronica Franco ; prima ristampa, con prefazione e bibliografia a cura di Gilberto Beccari

Lanciano : R. Carabba, 1912

Scrittori nostri

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Epitaffi greci
0 0 0
Libri Moderni

Epitaffi greci : la Spoon River ellenica di W. Peek / traduzione di Franco Mosino ; a cura di Emanuele Lelli ; prefazione di Giulio Guidorizzi ; con la collaborazione dei ragazzi del Liceo Tasso di Roma

[Milano] : Bompiani Il pensiero occidentale, 2019

Bompiani Il pensiero occidentale

Abstract: La civiltà greca, forse più di ogni altra cultura antica, sembra aver avuto una particolare predisposizione a iscrivere quasi qualunque oggetto, prodotto, spazio utili a contenere lettere, frasi, veri e propri testi articolati, finanche componimenti poetici di altissima fattura. Centinaia di migliaia sono le testimonianze di epigrafi che la Grecia antica ci ha lasciato. Fra queste, un posto di rilievo occupano le epigrafi di carattere sepolcrale, e, fra queste, le epigrafi in versi. Commissionate soprattutto dalle famiglie più colte e facoltose, queste testimonianze aprono un orizzonte tutto da scoprire sulla civiltà antica: greca, ma non solo, visto che in lingua ellenica, sentita come la lingua della cultura e della poesia, sono realizzati anche epitaffi per uomini e donne romani, italici, o di altre aree del mondo antico. Sfogliare le "pagine di pietra" di questo affascinante repertorio mette di fronte il lettore a migliaia di individui: uomini e donne, bambini e anziani, che vissero e morirono nelle più diverse situazioni. Mette di fronte il lettore, in una parola, alla vita. I casi che ci rivelano colpiscono, a volte per la drammaticità degli eventi, altre volte per la serenità di chi ha saputo affrontarli, spesso per la disarmante attualità di tante sventure, di allora e di oggi. Testi reali, composti da poeti sconosciuti, per uomini e donne che hanno lasciato in tal modo il loro ricordo nei secoli: anziani che hanno concluso la vita con una vecchiaia serena e giovani morti prematuramente; naufraghi sfortunati e soldati gloriosi; fanciulle appena sposate che Ade ha strappato agli affetti e medici che, dopo aver curato altri, non hanno potuto curare se stessi. Il quadro che emerge dalle oltre duemila testimonianze è quello di una società multiforme e, per molti aspetti, simile alla nostra: una vera e propria Spoon River dell'antichità. Nel 1955 il grande epigrafista tedesco Werner Peek pubblicò la più importante raccolta, a tutt'oggi, di epigrammi sepolcrali greci, dall'età arcaica all'epoca cristiana. In oltre dieci anni di lavoro, Franco Mosino, grecista e linguista scomparso nel 2015, tradusse e commentò, per la prima volta al mondo, la raccolta del Peek. Emanuele Lelli, in collaborazione con un gruppo di studenti del Liceo Tasso di Roma, ne ha curato la revisione, l'aggiornamento e l'introduzione. La Prefazione di Giulio Guidorizzi poi apre orizzonti di lettura suggestivi, antropologici e letterari. Un'opera, dunque, che rende finalmente disponibile al pubblico italiano un materiale imponente per quantità, e particolarissimo per contenuti: un insostituibile strumento per ogni studioso di antichità classiche, ma anche un affascinante viaggio nel quotidiano dei greci, per il lettore curioso di oggi.

Memoria del tigre
0 0 0
Libri Moderni

Lizalde, Eduardo

Memoria del tigre : antologia poetica 1966-2016 / Eduardo Lizalde ; traduzione, selezione e cura di Stefano Strazzabosco ; con una nota di Marcos Antonio Campos

Rimini : Raffaelli, 2016