Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2012
× Lingue Latino
× Nomi Frausin Guarino, Laura
Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Simenon, Georges
× Lingue Italiano
× Risorse Catalogo
× Nomi Bevilacqua, Marco
Luci nella notte
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges - Simenon, Georges

Luci nella notte / Georges Simenon

Milano : RCS Media Group, 2015

La locanda degli Annegati e altri racconti
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges

La locanda degli Annegati e altri racconti / Georges Simenon ; traduzione di Marco Bevilacqua

Milano : Adelphi, 2013

Gli Adelphi ; 432

Abstract: Tutti, compresa una decina di automobilisti di passaggio, facevano capannello attorno al relitto ripescato dal fiume, e alcuni tastavano distrattamente la carrozzeria o si chinavano per guardare dentro. Ed è proprio a uno di quegli sconosciuti che venne in mente di girare la maniglia del bagagliaio. Che, contro ogni aspettativa, nonostante la vettura fosse così deformata, si aprì facilmente; l'uomo cacciò un grido e indietreggiò di qualche passo, mentre chi gli era a fianco si precipitava a vedere. Maigret si avvicinò come gli altri, aggrottò la fronte e, per la prima volta dal mattino, non si limitò a borbottare qualcosa, ma fece sentire chiaramente la sua voce: "Via, fate largo!... Non toccate niente!". Anche lui aveva visto. Aveva visto una forma umana stranamente ripiegata su se stessa, pigiata in fondo al bagagliaio come se quest'ultimo fosse stato richiuso a fatica. Sopra quella specie di fagotto, una cortina di capelli biondo platino suggeriva che si trattava di una donna.

Il gatto
0 0 0
Libri Moderni

Rogers, Katharine M. - Simenon, Georges

Il gatto / Georges Simenon ; traduzione di Marco Bevilacqua

Milano : Adelphi, 2011

Gli Adelphi ; 400

Abstract: Da anni, ormai, Émile Bouin e Marguerite Doise non si rivolgono più la parola, e comunicano solo attraverso laconici, ma non per questo meno crudeli, bigliettini. Ciascuno fa la spesa per conto suo, ciascuno ha una sua dispensa, e ciascuno mangia, da solo, a un orario diverso da quello dell'altro. Del resto, niente li predisponeva a formare una coppia armoniosa: lei è magra, pallida, impettita e irreprensibile; lui tarchiato e sanguigno; lei ha alle spalle gli splendori di una famiglia dell'alta borghesia caduta in rovina e il ricordo di un primo marito musicista; lui viene dal mondo operaio, e nel suo passato ci sono le balere in riva alla Senna, i piaceri semplici del proletariato della banlieue, e una moglie allegra e polposa morta troppo presto. Lei detesta l'odore del sigaro toscano e i modi rozzi dell'uomo; lui trova irritanti le leziosità della donna. L'odio ha preso corpo in un momento preciso, quando Émile si è convinto che sia stata Marguerite a uccidergli l'amatissimo gatto - e si è vendicato sul pappagallo da lei prediletto. Un odio che da allora si è solidamente installato tra loro, diventando, come scrive Benoît Denis, "un sentimento puro, senza ombre e senza contaminazioni", del quale non possono fare a meno perché è per entrambi l'unica ragione di vita, e l'unica barriera contro la morte.

Il gatto
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges

Il gatto / Georges Simenon ; traduzione di Marco Bevilacqua

Milano : Adelphi, 2011

Gli Adelphi

Luci nella notte
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges

Luci nella notte / Georges Simenon ; traduzione di Marco Bevilacqua

Milano : Adelphi, 2011

Biblioteca Adelphi ; 469

Cargo
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges

Cargo / Georges Simenon ; traduzione di Marco Bevilacqua

Milano : Adelphi, copyr. 2006

Biblioteca Adelphi ; 489

Abstract: Come in un incubo, sin dall'inizio Joseph perde il controllo della situazione e viene travolto da eventi il cui senso gli è oscuro: prima la fuga da Parigi insieme a Charlotte, la compagna che, "in nome dell'Idea", ha ucciso l'uomo che era stato il suo amante. E che rifiutava di darle il denaro per finanziare il loro giornaletto anarchico. Poi, l'imbarco a bordo di una nave di contrabbandieri, il precipitare in "un universo incoerente, buio e fradicio", l'arrivo in una miniera d'oro colombiana, tra ragni, cimici e ratti, fino a Tahiti, dove Joseph incontrerà il suo destino...

Cargo
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges

Cargo / Georges Simenon ; traduzione di Marco Bevilacqua

Milano : Adelphi, [2006]

Biblioteca Adelphi

Abstract: Come in un incubo, sin dall'inizio Joseph perde il controllo della situazione e viene travolto da eventi il cui senso gli è oscuro: prima la fuga da Parigi insieme a Charlotte, la compagna che, "in nome dell'Idea", ha ucciso l'uomo che era stato il suo amante. E che rifiutava di darle il denaro per finanziare il loro giornaletto anarchico. Poi, l'imbarco a bordo di una nave di contrabbandieri, il precipitare in "un universo incoerente, buio e fradicio", l'arrivo in una miniera d'oro colombiana, tra ragni, cimici e ratti, fino a Tahiti, dove Joseph incontrerà il suo destino...

Luci nella notte
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges

Luci nella notte / Georges Simenon ; traduzione di Marco Bevilacqua

Milano : Adelphi, [2005]

Biblioteca Adelphi

Abstract: Ambientato tra le strade d'America questo romanzo, scritto da Georges Simenon a Lakeville, nel Connecticut, nel luglio del 1953, è un originale noir on the road. Racconta infatti una vicenda di grande tensione, che si consuma nell'arco di due giorni durante il viaggio di due coniugi newyorkesi diretti con la loro auto verso il Maine. Steve e Nancy sono una coppia come tante della media borghesia: due figli, casa a Long Island, un buon tenore di vita, ma anche un'esistenza che al di sotto dell'apparente tranquillità familiare nasconde un'insoddisfazione profonda, un logorio dei sentimenti, una muta rabbiosità dei cuori. Il loro disagio relazionale, reso palpabile dalla magistrale narrazione di Simenon, scoppia in tutta la sua forza durante il tragitto automobilistico. Nancy si rifiuta di proseguire al fianco del marito sempre più offuscato dall'alcol. Quando Steve esce dal bar dove si è fermato per concedersi l'ennesimo bicchiere la donna è sparita dall'auto in cui l'aveva lasciata, al suo posto solo un biglietto: "Io proseguo in pulmann. Buon viaggio". Questa separazione segnerà una svolta imprevista e drammatica per entrambi ma rappresenterà anche un'estrema sofferta possibilità di rinascita. Steve riparte solo e dopo una notte di viaggio piena di tentazioni ed insidie scopre che la moglie non è mai giunta nel campeggio dove li attendono i loro figli. Inizia dunque una ricerca disperata, costellata di sottilissime insidie tangibili o interiori, che, prima di raggiungere la sua amara conclusione, costringerà marito e moglie a fare i conti con se stessi e con le ansie, i timori e i fantasmi che li opprimono. Simenon utilizza tutti gli elementi tipici del noir americano rinnovandoli con il suo stile inconfondibile, asciutto ma di grande intensità, animato da frequenti dialoghi: una coppia sull'orlo della crisi, i lunghi rettilinei delle highway americane, i bar delle stazioni di servizio lungo il tragitto, le bevute, la musica jazz di sottofondo, la violenza incombente. Il risultato è un romanzo che ricostruisce e narra in modo magistrale il percorso interiore dei personaggi e i momenti che segnano in modo indelebile il corso di una vita. È l'ultimo week-end d'estate e Steve e Nancy partono per il Maine verso il luogo dove i bambini hanno passato un mese di vacanza. Non sanno che il viaggio segnerà una svolta drammatica nella loro esistenza. Fin dal pomeriggio Steve è, come dice lui, "entrato nel tunnel": ha iniziato cioè ad affogare nell'alcol le sue insoddisfazioni e viltà. E poche ore prima che lasciassero New York, dal carcere di Sing Sing è evaso un uomo, e il destino ha deciso che la sua strada incroci la loro.

Cargo
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges

Cargo / Georges Simenon ; traduzione di Marco Bevilacqua

Milano : Adelphi, 2004

Biblioteca Adelphi ; 489

Abstract: Come in un incubo, sin dall'inizio Joseph perde il controllo della situazione e viene travolto da eventi il cui senso gli è oscuro: prima la fuga da Parigi insieme a Charlotte, la compagna che, "in nome dell'Idea", ha ucciso l'uomo che era stato il suo amante. E che rifiutava di darle il denaro per finanziare il loro giornaletto anarchico. Poi, l'imbarco a bordo di una nave di contrabbandieri, il precipitare in "un universo incoerente, buio e fradicio", l'arrivo in una miniera d'oro colombiana, tra ragni, cimici e ratti, fino a Tahiti, dove Joseph incontrerà il suo destino...

Le  memorie di Maigret
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges

Le memorie di Maigret / Georges Simenon ; traduzione di Marco Bevilacqua

Milano : Adelphi, [2002]

Gli Adelphi ; 207

Abstract: A più di vent'anni di distanza, un Maigret ormai pensionato intende con le sue memorie ristabilire la verità. E comincia proprio dal giorno in cui il personaggio aveva incontrato il suo autore; continua con il racconto della sua infanzia e adolescenza, del suo arrivo a Parigi, della sua decisione di entrare nella polizia, e dell'incontro con quella che diventerà sua moglie; e passa poi a fare un quadro veritiero della vita di un giovane poliziotto nella Parigi degli anni Venti. Le memorie si chiudono con la nomina di Maigret a ispettore.

Le memorie di Maigret
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges - Simenon, Georges

Le memorie di Maigret / Georges Simenon ; traduzione di Marco Bevilacqua

Milano : Adelphi, 2002

Gli Adelphi / Roberto Calasso ; 207

Abstract: A più di vent'anni di distanza, un Maigret ormai pensionato intende con le sue memorie ristabilire la verità. E comincia proprio dal giorno in cui il personaggio aveva incontrato il suo autore; continua con il racconto della sua infanzia e adolescenza, del suo arrivo a Parigi, della sua decisione di entrare nella polizia, e dell'incontro con quella che diventerà sua moglie; e passa poi a fare un quadro veritiero della vita di un giovane poliziotto nella Parigi degli anni Venti. Le memorie si chiudono con la nomina di Maigret a ispettore.

La verità su Bébé Donge
0 0 0
Libri Moderni

Simenon, Georges

La verità su Bébé Donge / Georges Simenon ; traduzione di Marco Bevilacqua

Milano : Adelphi, \2001!

Gli Adelphi

Abstract: "Bébé! Che idea chiamarlo Bébé!": sono passati dieci anni dal suo matrimonio e Francois Donge non è ancora riuscito ad abituarsi a quel ridicolo soprannome che tutti hanno sempre usato per sua moglie. E nessuno, e tanto meno lui, avrebbe potuto immaginare che una domenica d'estate, servendo il caffè nel magnifico giardino della loro villa in campagna, proprio quell'essere immateriale, di squsita eleganza, avrebbe versato nella tazzina del marito una dose mortale di arsenico. Bébé Donge in prigione! Inimmaginabile: eppure eccola avviarsi verso il carcere, tranquilla e disinvolta. E Francois avrà tutto il tempo, durante la degenza in ospedale e nel corso del processo, per interrogarsi su quel gesto apparentemente inesplicabile.