Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Italia
Includi: tutti i seguenti filtri
× Risorse eBook (MLOL)

Trovati 40673 documenti.

Risultati da altre ricerche: Catalogo delle biblioteche della città di Vicenza

Maria Montessori
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Waldschmidt, Ingeborg

Maria Montessori

Hoepli, 18/01/2019

Abstract: Un'introduzione alla vita e al pensiero di Maria Montessori, icona della scienza dell'educazione, nota in tutto il mondo per il metodo che ne porta il nome, applicato con successo in apposite scuole istituite in molti paesi, anche extraeuropei (USA, Canada, India e Giappone). Prima italiana laureata in medicina (1896) all'Università di Roma, fondatrice della 'Casa dei bambini' (1907), impegnata a livello sociale e scientifico a favore dell'infanzia, fu autrice di volumi che diedero ampia diffusione alle sue teorie. Censurata dal fascismo, si trasferì all'estero (Barcellona, Gran Bretagna, Olanda, India e di nuovo Olanda), consolidando il suo successo sul piano internazionale. Ingeborg Waldschmidt offre qui una panoramica dell'opera e della personalità di Maria Montessori, mettendo in luce i principi cardine della sua filosofia educativa e la straordinarietà della sua figura.

Arenaria
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Teobaldi, Paolo

Arenaria

Edizioni e/o, 27/02/2019

Abstract: Storie da ridere per non piangere. Una lingua tenera e sorprendente che mai diventa virtuosismo, ma è sempre al servizio della bellezza dei luoghi e delle persone, del racconto di una Storia vista dalla parte degli ultimi. Un finissimo umorismo con venature nere ma sempre gentili.Un monte d'arenaria (che poi non è neanche un monte: 200 m slm il punto più alto): la prima altura che s'incontra scendendo dalla pianura padana, 60 km prima del monte Conero, lungo la costa adriatica. Con un versante, detto le Rive, che guarda verso nord-est, esposto ai venti di maestro, bora, greco e levante; l'altro, verso sud-ovest, benedetto dal sole e dalla storia.Un mondo piccolo, di pochi chilometri quadrati (l'Adriatico da una parte, i fondali dell'Appennino dall'altro) coltivato a mezzadria, pieno di personaggi, carico d'amore, di rabbia e d'ingiustizia. Nessuna indulgenza per come si stava bene una volta, per il pane fatto in casa: neanche per le lucciole. Storie da ridere per non piangere, da tramandare da padre in figlio: nella fattispecie un lascito da nonno a nipote, nella speranza che le parole sommerse siano ancora comprensibili."Teobaldi non scrive parole: le adotta, le alleva e le accudisce così quando viene il momento di impiegarne una risponderà docilmente alla chiamata dello scrittore". Stefano Bartezzaghi"Per Teobaldi la realtà che ci circonda è piena di miracoli. Per nutrirsene, bisogna tenere i sensi all'erta e imparare le parole giuste per "dirli". Così come bisogna saper nominare la vita della gente umile e anonima, che svolge al meglio il proprio dovere e sopporta in silenzio le peggiori disgrazie". Franco Marcoaldi

Antica Assiria
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Radner, Karen

Antica Assiria

Hoepli, 18/01/2019

Abstract: Una guida concisa e autorevole alla storia e alla cultura di una delle più suggestive civiltà antiche, l'Assiria, nel suo passaggio da città-stato a impero dall'inizio del II millennio alla fine del VII secolo a.C. su un'area che va dal Golfo Persico al Mediterraneo, dall'Asia centrale all'Egitto. L'autrice, a partire dalle scoperte archeologiche, presenta il vasto, composito e multiculturale impero assiro, mettendo in evidenza al tempo stesso gli aspetti religiosi e sociali che lo contraddistinguono. Qui emersero per la prima volta alcuni dei tratti caratteristici comuni a tutti i successivi imperi antichi e moderni (da Roma a Bisanzio, dall'impero britannico agli Stati Uniti): l'espansione dei confini attraverso la conquista militare e il ferreo controllo amministrativo sul proprio territorio.

Intorno alla musica
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Fubini, Enrico

Intorno alla musica

Marsilio, 17/01/2019

Abstract: Il volume affronta i complessi problemi sollevati dalla musica a studiosi, critici, filosofi, e che riguardano ciò che ruota attorno a questa arte dalle molteplici facce. Punto chiave della riflessione sono le avanguardie del Novecento, poiché le sue profonde trasformazioni mettono a nudo ed evidenziano, a volte in modo drammatico, gli interrogativi di fondo a cui la musica ci ha sempre posto di fronte. Il tema centrale è il rapporto tra una supposta universalità dell'esperienza musicale in senso lato e la sua innegabile storicità, tema su cui si dibatte nel pensiero occidentale sin dai tempi di Pitagora. Pur essendo un linguaggio chiuso nella sua specificità, la musica ci spinge di continuo ad andare oltre: allude sempre a qualcosa che sta al di fuori dei suoni stessi e ci invita a esplorare i luoghi a cui segretamente tende.

Le tre vie. Soluzioni sovrumane in terra indiana
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Zolla, Elémire - Marchianò, Grazia

Le tre vie. Soluzioni sovrumane in terra indiana

Marsilio, 17/01/2019

Abstract: In questo libro del 1995, che rivede la luce per la cura di Grazia Marchianò nella raccolta delle opere complete di Elémire Zolla, l'autore tratteggia i cammini maggiori nei quali la sapienza indiana ha cementato le modalità di accesso a esperienze interiori di vetta, sia all'ombra della tradizione ortodossa che al di fuori di essa. Accade nella via scandalosa del Tantra, che addestra l'adepto a suscitare ritualmente śakti, l'energia dormiente. Ma anche nel solco brahmanico l'iniziando è chiamato a pratiche estreme, quella del discernimento impassibile della non-dualità nella via della conoscenza (jñāna) e dell'ardore traboccante nella via del cuore (bhakti).Nonostante l'ampia diversificazione nel contesto sia erudito che popolare, i tre sentieri puntano all'affondo nell'esperienza metafisica in un'ininterrotta continuità dalla tradizione vedica arcaica attraverso il Vedānta non duale (advaita), i sistemi sāmkhya e yoga, le gnosi śivaita, vişņuita e buddhista, migrata quest'ultima in Tibet e a oriente in Cina e Giappone. I capitoli sui legami tra l'India tantrica e le altre nazioni dell'Asia, sulla parentela di medicina e alchimia e sul combattimento meditativo di origine monastica completano un libro tra i più densi, impavidi e provocatori del lascito intellettuale zolliano.

Superman & Co. Codici del cinema e del fumetto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ghisolfi, Giorgio E. S.

Superman & Co. Codici del cinema e del fumetto

Mimesis Edizioni, 18/12/2018

Abstract: I novant'anni dalla nascita di Mickey Mouse e gli ottanta da quella di Superman diventano un'occasione per riflettere sulla naturacrossmediale degli eroi della mitologiacontemporanea. Dal medium di partenzaentrambi si sono diffusi rapidamente ad altrisupporti, sviluppando nuove narrazioni ecreando, tra la pagina e il grande schermo,le condizioni del loro successo. Un percorsoseguito da tanti altri eroi dell'immaginario,compresi quelli dell'universo Marvel creato da Stan Lee. Oggi, nell'epoca della crossmedialità, della convergenza dei media e dei cinecomics, sembra naturale che esista uno stretto legame tra fumetto e cinema, che sussistano una serie di reciproche influenze. Tuttavia il pubblico si chiede ancora quale genere sia più "nobile", quale sia nato prima, se l'uno sia figlio dell'altro, o quanto l'uno dipenda dall'altro. Gli studiosi si sono lungamente impegnati nel tentativo di definire la natura di tale relazione, senza però mai analizzarne i codici con un rigoroso metodo comparativo. Un'operazione alcentro di questo libro che, grazie all'ausiliodi numerose illustrazioni, si pone come rinnovato momento di discussione e di criticae introduce anche la prima teoria per unasemiologia del cinema d'animazione.

Lavoro alla spina, welfare à la carte. Lavoro e Stato sociale ai tempi della gig economy
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Somma, Alessandro

Lavoro alla spina, welfare à la carte. Lavoro e Stato sociale ai tempi della gig economy

Meltemi, 03/01/2019

Abstract: Il Novecento aveva collocato il lavoro al centro del patto di cittadinanza: al dovere di contribuire al benessere materiale e spirituale della società corrispondeva il diritto di ricavarne le risorse necessarie per una vita dignitosa, così come il diritto di accedere al welfare. Gli anni Ottanta hanno avviato la reazione neoliberale contro un sistema che aveva assicurato un accettabile equilibrio tra democrazia e capitalismo. Il risultato è un ritorno all'Ottocento, l'epoca in cui la relazione di lavoro era considerata una relazione di mercato qualsiasi, e l'accesso alla sicurezza sociale la contropartita per la rinuncia alla lotta politica, la cui concessione era non di rado affidata all'impresa. Il volume ricostruisce le tappe e i risvolti di questo percorso, ben rappresentati dallo schema del capitalismo delle piattaforme e dai processi di privatizzazione del welfare, soffermandosi sulle vicende di più bruciante attualità come il caso Uber e la vertenza Foodora.

Il signor Kreck
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Prenz, Juan Octavio

Il signor Kreck

La nave di Teseo, 24/01/2019

Abstract: Buenos Aires, Argentina, metà degli anni settanta. Durante la dittatura militare si parla già a bassa voce dei desaparecidos, tutti si guardano attorno, osservano i vicini di casa di nascosto, ma domina ancora l'impressione confusa che chi ha problemi con le autorità abbia davvero fatto qualcosa. Il signor Kreck, l'agente assicurativo più ordinato, prevedibile e noioso del quartiere di La Ensenada, sembra il meno indicato per entrare in conflitto con chiunque. Marito e padre esemplare, impiegato modello, buon vicino e uomo amabile, Rodolfo Kreck non ha nulla da nascondere, tranne le chiavi di un appartamento affittato in segreto che tiene nel cassetto della sua scrivania e di cui né moglie né amici sono a conoscenza. Quali segreti nasconde in quella casa? La domanda è sufficiente a trasformare Kreck in un sospettato, arrestato e imprigionato dalla polizia che intende scoprire la verità.Il capolavoro di Juan Octavio Prenz è il romanzo kafkiano di un uomo che scompare tra le maglie di uno Stato che tratta i suoi cittadini come beni di proprietà. Una storia illuminante sulla libertà e sui limiti di questo discutibile concetto chiamato "sicurezza"."Pochi libri fanno toccare con mano con altrettanta forza l'assenza che ci avvolge e fa di ognuno di noi, in molti momenti della nostra vita, qualcuno che in realtà se ne è andato, che è uscito per sempre."Claudio Magris

Il figlio di Persefone
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cotrona, Maurizio

Il figlio di Persefone

Elliot, 17/01/2019

Abstract: Il figlio di Persefone è la storia di due fratelli determinati a far chiudere l'Ilva di Taranto. In un'ambientazione mutevole – che tocca le coste ioniche, popolate dai miti della civiltà magno-greca, l'area industriale e i paesaggi metropolitani – si svolge l'iniziazione all'amore e all'odio di Giulio e Alessandro. Nelle loro fantasie infantili identificano lo stabilimento siderurgico con Ade, il signore degli inferi tornato sulla terra, le cui propaggini abbracciano, asfissiandola, la città che lo aveva accolto speranzosa. È lui il mostro che ha rapito la madre, dolce e dolente come una moderna Persefone, e fatto nascere Giulio con una menomazione al braccio. Ma ha anche dato ad Alessandro un talento che potrebbe trasformarlo nel suo più pericoloso nemico, l'unico in grado di distruggerlo. Queste fantasie crescono con i fratelli, seguendoli nell'età adulta, fino alla resa dei conti. Un romanzo dallo stile lieve ma affilato, nel quale l'autore trasfigura la nostra società attraverso un'immaginazione che si nutre di miti millenari per parlare di speranze e inquietudini contemporanee.

Fascismo anno zero. 1919: la nascita dei Fasci italiani di combattimento
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Franzinelli, Mimmo

Fascismo anno zero. 1919: la nascita dei Fasci italiani di combattimento

Mondadori, 29/01/2019

Abstract: Il 23 marzo 1919 è una data cardine nella storia d'Italia. Quel giorno, a Milano, in piazza San Sepolcro, al primo piano di Palazzo Castani, elegante edificio di fine Quattrocento, l'ex socialista Benito Mussolini fonda i Fasci italiani di combattimento. Sulla scena politica irrompe un movimento di tipo nuovo, aggressivo e dinamico, che non solo mescola estremismo di destra e radicalismo di sinistra ma raccoglie simpatizzanti di ogni genere: Arditi, futuristi, reduci, massoni, socialisti, sindacalisti rivoluzionari, anarchici. La maggior parte di loro sono giovani. Il programma è avanzato e decisamente riformista: si propongono la Costituente repubblicana dei combattenti, l'abolizione del Senato, il suffragio universale maschile e femminile, l'introduzione delle otto ore lavorative. Mussolini, in particolare, vuole affidare la guida del Paese a una nuove élite, l'aristocrazia dei combattenti. L'obiettivo è spodestare la vecchia classe dirigente liberale, scongiurare il pericolo bolscevico e conquistare il potere.Dalle colonne de "Il Popolo d'Italia", il quotidiano interventista creato nel 1914 grazie ai finanziamenti degli industriali, Mussolini rivendica l'annessione di Fiume e della Dalmazia, soffia sul fuoco della crisi economica, legittima l'uso della violenza come strumento di lotta politica (il primo assalto alla sede dell'"Avanti!" avviene il 15 aprile 1919). Eppure, per il fascismo delle origini le elezioni di novembre si rivelano un insuccesso: Mussolini non viene neppure eletto alla Camera ed è addirittura arrestato per violenze. Come il leader fascista reagì alla sconfitta e riorientò il suo movimento verso nuove prospettive? Chi lo aiutò in quel frangente?Lo spiega in maniera chiara ed esauriente Mimmo Franzinelli, ponendo al centro della sua analisi proprio il diciannovismo, ossia quella pericolosa miscela di violenza verbale e fisica che avvelenò il clima sociale dell'epoca, scatenando lampi di guerra civile. Ma non è questo l'unico aspetto che rende Fascismo anno zero un libro importante. Per la prima volta, infatti, sulla base di inedite fonti d'archivio, l'autore ha potuto ricostruire le variegate identità e i tortuosi percorsi biografici di chi, quel 23 marzo 1919, partecipò all'"adunata", un evento che la propaganda di regime - inventando il "brevetto di sansepolcrista" - innalzerà a vero e proprio mito fondativo del fascismo.A un secolo esatto di distanza dalla fondazione dei Fasci italiani di combattimento, le pagine di Franzinelli hanno il merito di gettare nuova luce sull'avventura politica e personale di Mussolini e di ricostruire, in maniera scrupolosa, il preludio di una dittatura.

L'uomo che ride
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Hugo, Victor - Feroldi, Donata

L'uomo che ride

Mondadori, 26/02/2019

Abstract: Nell'Inghilterra di inizio Settecento un bizzarro vagabondo, Ursus, poeta e filosofo di strada, raccoglie due orfani - un ragazzino, deformato nel volto da un perpetuo ghigno, e una neonata cieca - e li educa all'avventurosa vita dei girovaghi. Il ragazzo, Gwynplaine, nasconde però un segreto. E quando, ormai giovane uomo, viene casualmente a conoscenza delle proprie origini, il destino suo e dei due compagni subisce una svolta imprevista... Romanzo dalle tinte forti e dalle atmosfere gotiche, scritto tra il 1866 e il 1868, L'uomo che ride è percorso da un brivido di inquietudine e mistero: l'opera più notturna, onirica e visionaria dell'autore dei Miserabili.

Non qui, non altrove
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Orange, Tommy

Non qui, non altrove

Frassinelli, 12/02/2019

Abstract: "Non qui, non altrove è un tuffo profondo e toccante nella comunità dei Nativi Americani: un esordio stupefacente." Margaret Atwood via Twitter"Essere indiano non ha mai significato il ritorno alla terra. La terra è ovunque, o in nessun luogo." Ogni anno, a Oakland, in California, gli indiani d'America organizzano un raduno, una grande festa della nazione perduta e impossibile da dimenticare. Ogni anno, oltre le perline colorate, le penne fra i capelli e il folklore turistico delle riserve, migliaia di nativi del Nord America confluiscono lì da altre città, dove vivono senza sentirsi mai a casa. Si ritrovano per cercare l'uno nell'altro una patria, per riavere un luogo che, almeno per un giorno, sia di nuovo solo loro. E ognuno lo fa a modo suo. Il giovane Dene tiene viva la memoria dello zio raccogliendo testimonianze per un documentario. Edwin entra a far parte dell'organizzazione del powwow, come i nativi chiamano l'evento, per conciliare le sue origini miste. Jacquie cerca di riprendere le fila della sua vita disperata attraverso quella famiglia che non sa più di avere. E così, insieme agli altri formidabili personaggi che popolano il romanzo, con le loro storie maledette e potenti che si intrecciano l'una all'altra, quegli uomini e quelle donne si preparano a vivere una giornata speciale, che si rivelerà fatale per tutti. Non qui, non altrove è il ritratto meraviglioso di un'America che quasi nessuno di noi conosce. È memoria, spiritualità e bellezza. È identità, violenza e riscatto.È la storia di una nazione e del suo popolo. È la rabbia e la nostalgia per un qui che abbiamo considerato nostro e custodiamo nel cuore, ma che in qualche modo, portandocelo via, altri ci hanno costretto a chiamare altrove.

Un anno nell'antica Roma. La vita quotidiana dei romani attraverso il loro calendario
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Marqués, Néstor F.

Un anno nell'antica Roma. La vita quotidiana dei romani attraverso il loro calendario

Bibliotheka Edizioni, 18/01/2019

Abstract: Un saggio che svela l'antica Roma attraverso il suo calendario, grazie ad un approccio in cui cultura e storia si fondono in modo versatile.Un viaggio della durata di un anno attraverso la cultura e la storia dell'antica Roma.Néstor F. Marqués, esperto Cicerone e sopraffina guida turistica, invita il lettore a partecipare alle feste e alle cerimonie civili e religiose, ad osservare le occupazioni quotidiane, a comprendere il modo di pensare e di vivere, ad ammirare la struttura sociale e legislativa di quella straordinaria civiltà romana in cui affondano le nostre radici.Mischiandosi fra una folla di schiavi e mercanti, senatori e soldati, contadini e imperatori, il lettore attraverserà diacronicamente il calendario romano, divenendo parte integrante di un mondo affascinante e di incommensurabile bellezza.

Kalekalè. Storia di un'adozione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Menicucci, Marilena

Kalekalè. Storia di un'adozione

Gallucci, 14/01/2019

Abstract: Kalekalè è la storia di un'adozione, raccontata in prima persona da una madre, che ripercorre i momenti più importanti dell'avventura familiare, cominciando dall'attesa del bimbo, dopo la presentazione della domanda al Tribunale dei minorenni, fino alla maggiore età del figlio adottivo di colore. La narrazione esplora vari aspetti dell'esperienza: il rapporto con la burocrazia, con le istituzioni, le reazioni dei parenti e degli amici, l'integrazione scolastica, le fasi di crescita del bimbo. In una esperienza adottiva non c'è nulla di scontato e di ovvio.

La rivoluzione sconosciuta. Una scelta di testi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ceronetti, Guido - Ceronetti, Guido

La rivoluzione sconosciuta. Una scelta di testi

Adelphi, 24/01/2019

Abstract: Nel presentare "ai cittadini e agli amici" la mostra-spettacolo su quel "mistero della Storia" che fu il 1789 e sulle sue "propaggini materiali ed occulte", Guido Ceronetti, insieme agli attori del Teatro dei Sensibili, decise di porre in epigrafe alla sua scelta di testi una frase di Céline: "Tutto quel che è interessante avviene nell'ombra, decisamente. Nulla si sa dell'autentica storia degli uomini". Quelli che seguono non potranno essere quindi che "pensieri in libertà", erratici e spesso contraddittori. Eppure, se (come in certi giochi enigmistici) si uniscono i puntini di questo percorso, si scopre un disegno nascosto, che spalanca altri percorsi, indica altre vie, e invita a fermarsi e a riflettere su ciascuna di queste pagine. Da Hölderlin ("Furono cinque estati in cui fu grande, / Corruscando, la vita...") a Blake ("Tigre, tigre, oh bagliore / Nella notte..."), da Massignon (che vede la Regina martire salire al patibolo "con gesti virili, di Walchiria, di amazzone") al Tao-tê-ching ("Il mondo, vaso spirituale, non si lascia plasmare"), passando per Bataille, Bloy, Leopardi, Calasso e molti altri, ritroviamo qui gli "spiriti affini" che hanno costantemente accompagnato il cammino del "filosofo ignoto". E alla fine scopriremo, nella magnifica prosa del Ceronetti traduttore e interprete, l'annuncio dell'"èra messianica" in tredici profezie estratte dalle "Centurie" di Nostradamus.

Viaggio a Norimberga
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Hesse, Hermann

Viaggio a Norimberga

Adelphi, 31/01/2019

Abstract: "Se oggi mi chiedo quale fu il vero movente che mi ha portato in autunno dal Canton Ticino a Norimberga – un viaggio durato due mesi – mi coglie l'imbarazzo" scrive Hermann Hesse all'inizio di questo libro di memorie. Nel 1925 aveva deciso infatti di lasciare il suo eremo in Svizzera e di accogliere l'invito a tenere una serie di pubbliche letture in Germania: proprio lui che riconosceva di essere "un uomo restio ai viaggi e alle frequentazioni umane", lui che trovava la prospettiva di esibirsi in pubblico "talvolta spaventosa". Non era d'altro canto un momento qualsiasi: "... la vita mi costava un'insolita, eccessiva fatica, e ogni idea di cambiamento, trasformazione, fuga non poteva che essermi gradita". Una fuga, però, da indugiante, meditabondo flâneur, fatta di soste prolungate e deviazioni e incontri con vecchi amici, che lo conduce da Locarno a Zurigo, da Baden alla natia Svevia, da Ulma ad Augusta e a Norimberga, per terminare infine a Monaco, con la visita a Thomas Mann. Un viaggio, "in sé insignificante e fortuito", che diventa una discesa nel passato e nella propria coscienza, e si traduce in un'intensa confessione intima, dove Hesse ci parla dei suoi amori letterari – primo fra tutti Hölderlin, fatale scoperta infantile – e dell'avversione per il mondo moderno; dell'insofferenza per "la fabbrica culturale" ("nessuno è più vanitoso, nessuno più assetato di plauso e consenso dell'intellettuale") e del penoso fardello della fama – e, quale antidoto alla disperazione, dell'umorismo, "ponte sospeso sopra il baratro tra realtà e ideale".

Leading millenials. Conoscere le nuove generazioni per costruire collaborazioni di successo in azienda
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Baruffaldi, Laura

Leading millenials. Conoscere le nuove generazioni per costruire collaborazioni di successo in azienda

Egea, 18/01/2019

Abstract: I Millennials, ovvero i giovani nati tra gli anni Ottanta e il 2000, nel 2020 rappresenteranno il 50 per cento dei lavoratori a livello globale. Si tratta di una generazione totalmente atipica, con tratti distintivi e spesso "sovversivi", una generazione unica e apparentemente disconnessa da ciò che l'ha preceduta, e per questo poco compresa e criticata. Questo volume vuole aiutare i leader di oggi a mettere pienamente a frutto il potenziale dei loro collaboratori più giovani, imparando a conoscerli e a interfacciarsi con loro, in una relazione che sia win-win per entrambe le parti. In seguito a un'approfondita analisi del profilo dei Millennials, il libro propone una serie di strategie per gestire l'incontro tra le generazioni e integrare in modo proficuo i giovani in azienda, anche sulla base di una serie di esperienze concrete di testimoni d'eccezione.

La città senza cioccolato
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Tidhar, Lavie - Paracchini, Fabio

La città senza cioccolato

Mondadori, 29/01/2019

Abstract: Come si può vivere in una città in cui i dolci sono proibiti? Questo è il mistero che aleggia sulla vita di Nelle Faulkner, abile investigatrice privata dodicenne costretta a rispettare la legge del rampante sindaco Thornton, amico delle carote e nemico delle carie. Ma ci sono segreti ben più oscuri di cui Nelle deve occuparsi: un pomeriggio nel suo sgangherato ufficio arriva Eddie De Menthe, dodici anni e mezzo e fama da trafficante di dolci, per chiederle di indagare su un furto. Dopo poco però anche Eddie scompare nel nulla, proprio mentre i suoi rivali, Frittella Ratchet e Wafer McKenzie, si contendono il controllo del contrabbando di dolci. Intanto un nemico ben più pericoloso e potente incombe sulla città, pronto a addentare Nelle e i suoi amici come la più squisita tavoletta di cioccolato. Quanta astuzia servirà per non farsi inghiottire in un solo boccone?

Ritorno sull'isola. La banda dei cinque
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Blyton, Enid - Salvi, Manuela

Ritorno sull'isola. La banda dei cinque

Mondadori, 22/01/2019

Abstract: Prima che Julian finisse di parlare, la luce nella caverna si spense! Poi una voce risuonò nel buio."Non muovetevi! Fate un solo movimento e sparo." George sussultò. Cosa stava succedendo?Trattenne Timmy per il collare, per paura che si lanciasse contro l'uomo e che quello gli sparasse.Poi la voce parlò di nuovo."Allora, adesso ci riveli il tuo segreto?"

Winnie e la grande guerra
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mattick, Lindsay - Greenhut, Josh - Serratore, Loredana

Winnie e la grande guerra

Mondadori, 29/01/2019

Abstract: Perché se non ascolti è impossibile sentire.Se credi che qualcuno sia così diverso da te da non poter avere niente in comune con lui, non riuscirai mai a sentirlo, qualunque cosa lui dica. Tra i topi e gli orsi era così. Ed è così anche in guerra.