Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Femmine
× Livello Seriali
× Paese Cuba
× Data 1957
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 1976
× Livello Monografie
× Lingue Spagnolo

Trovati 8 documenti.

Godspell
Paradigma y desviacion
Attenzione! Questo titolo è del sistema di Sistema Bibliotecario Provinciale di Verona Libri Moderni

PROFETI, Maria Grazia

Paradigma y desviacion : Lope, Calderon y un tema barroco "el purgatorio de san Patricio" / Maria Grazia Profeti

Barcelona : Editorial Planeta, c1976

Ecuador prehistorico
Attenzione! Questo titolo è del sistema di Sistema Bibliotecario Provinciale di Verona Libri Moderni

PORRAS, Pedro I. G. - PIANA, Luis B.

Ecuador prehistorico / Pedro I Porras G., Luis Piana B

Quito : Instituto Geografico Militar, 1976

Tutte le poesie
Attenzione! Questo titolo è del sistema di Sistema Bibliotecario Provinciale di Verona Monografie

García Lorca, Federico

Tutte le poesie / Federico Garcia Lorca ; traduzione e introduzione di Carlo Bo

2. ed

Milano : Garzanti, 1976

I Garzanti. I Grandi Libri ; 121

Tutte le poesie; volume secondo
Attenzione! Questo titolo è del sistema di Sistema Bibliotecario Provinciale di Verona Libri Moderni

García Lorca, Federico

Tutte le poesie; volume secondo

Tutte le poesie; volume primo
Attenzione! Questo titolo è del sistema di Sistema Bibliotecario Provinciale di Verona Libri Moderni

García Lorca, Federico

Tutte le poesie; volume primo

Capitalismo sicialidad y participation
Attenzione! Questo titolo è del sistema di Sistema Bibliotecario Provinciale di Verona Libri Moderni

Fanfani, Amintore

Capitalismo sicialidad y participation / Amintore Fanfani

[s.l.] : [s.e.]. 1976

2: Libro delle domande
Attenzione! Questo titolo è del sistema di Sistema Bibliotecario Provinciale di Verona Libri Moderni

Neruda, Pablo <1904-1973>

2: Libro delle domande ; Elegia ; Il mare e le campane ; Difetti scelti

Copyr. 1976

Abstract: Se è vero che Elegia colpisce il lettore per la sua nudità, la sua secchezza quasi 'anti-elegiaca', è pure vero che questa impressione è più apparente che reale, in quanto Neruda a ben vedere non rinuncia per nulla in questa sua breve, intensa silloge, a quell'eco sentimentale, 'solidale', che è tratto costitutivo della sua poesia più matura. Tuttavia quell'osservazione ci richiama ad un aspetto che non va trascurato: Neruda con quel titolo non ha voluto tanto sottoporre la sua poesia alle ragioni di un 'genere' poetico, quanto evidenziare un rapporto col proprio tempo, nel ricordo degli amici scomparsi ed anche in una sorta di estremo congedo del poeta dal paese che impersonava il mito proprio e dei propri compagni di strada: la Russia.